Grazie, ma …

@ Manuela e Tutti
GRAZIE, MA…
Sono anch’io molto rattristato, deluso ed egoisticamente preoccupato della decisione dell’onorevole Manuela Ghizzoni.
La ringrazio per quello che ha fatto e mi auguro, farà in futuro.
Spero ci ripensi, lo chiedo come tanti altri, ma non ce la faccio ad astenermi da delle considerazioni che non gettano certo acqua sul fuoco.
Lo faccio però con tutto il rispetto possibile, nello spirito più sano, con il diritto di critica che ogni cittadino dovrebbe comunque poter esercitare nel rispetto dei ruoli e di quanti li ricoprono.
ONESTA’ DEGLI “ONOREVOLI”
Onorevole Manuela, certamente qualcuno di noi è andato oltre la dialettica e ha offeso invece di limitarsi a criticare. Queste persone non sono da giustificare, ma non dimentichiamo che le offese da noi ricevute da parte del Suo gruppo (per il quale alcuni di noi hanno speso parte della loro vita, non solo andando a fare i camerieri alle varie feste di partito) sono molto consistenti e quindi Lei necessariamente dovrebbe metterle in conto, non per giustificare chi tra noi sbaglia, ma per aiutare anche se stessa a sopportare.
Consideri che chi è persona onesta, come ritengo Lei lo sia, e si mette per scelta personale in “compagnie” (PD e Parlamento) la cui onestà morale (e non solo morale…) di diversi componenti è molto discutibile, certamente corre il rischio di “pagare” un dazio anche per altri.
Ovviamente possiamo constatare che certi “onorevoli” o responsabili di partito sono molto lontani dal suo modo di pensare e agire.
Nessuno la obbliga a tenere aperto il suo blog (che ritengo Lei abbia aperto come strumento di lavoro), ma la sua coscienza penso di sì.
Quando ha fatto riferimento a quanto trasmessole da sua madre, io mi sono sentito sicuro che certamente non avrebbe gettato la spugna e, nonostante tutto, penso non lo farà anche per rispetto di quanto ha ricevuto.
Non lo farà anche perché non lo abbiamo fatto noi nei confronti di alunni magari difficili. Abbiamo fatto più di quanto ci fosse richiesto anche per più di quarant’anni (anche se il nostro stipendio non può essere paragonato a quello di un “onorevole”) e per noi è comunque un lavoro e non una missione come dovrebbe essere per voi politici.
Quindi, cara Manuela faccia quello che crede, ma non si senta vittima più di noi.
Come già detto le offese che ha ricevuto da alcuni sono da censurare decisamente, ma sono comunque sempre in nettissima minoranza rispetto ai tanti elogi. Ne tenga conto!
L’offesa che ha ricevuto dal suo Partito è ben più grave e, se la sua coerenza l’ha portata a tagliare con noi, cosa ci sta a fare in mezzo a colleghi che fanno di tutto per affossare continuamente la fiducia che si dovrebbe porre nella politica?
Faccia quello che crede, ma non ci chieda di pregarla perché chi lo ha già fatto, oltre a perdere la dignità è anche stato umiliato.
Qualcuno ha imparato a più di sessant’anni un nuovo sentimento: l’odio! Chi ne è colpevole?
Nessuno Le ha imposto di diventare parlamentare e mettersi a disposizione dei cittadini.
E’ una sua scelta personale che la dovrebbe aver collocata tra gli “Eletti”, tra le 1000 persone più oneste, competenti e capaci d’Italia. Tra i 1000 cittadini con più potere per fare il bene (e purtroppo anche il male) di milioni di persone.
Perdoni noi poveri mortali e faccia un “fioretto” non perché glielo chiediamo “gementi e piangenti”, ma perché è giusto in quanto è “semplicemente” il suo dovere come Lei ha affermato.

Graziano Zanin



Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...