Fuga in avanti?

Risposta dovuta e voluta a Franco Vertillo

Ciao Franco.
Rispondo come amministratore di questo blog in quanto mi sento tirato in ballo anche senza essere nominato espressamente.

Non rinnego il passato, non rinnego il presente e voglio ancora rivendicare, per chi ha ancora anni di prigionia al lavoro, la pensione dal 1° settembre 2015.
Sarà che ho vissuto sempre con il rugby accanto, legato ai miei ideali (nessun altro gioco è così collaborativo e sociale in cui tutti … grossi o magri, alti o piccini, si lavora insieme passando la palla indietro per andare avanti e raggiungere la meta). Dopo una sconfitta non ho mai fermato la nave o per scendere (fuggire in avanti?) o per aspettare.
Analizzo cosa ho dietro da poter recuperare e correggere per vincere la prossima partita o se non posso recuperare nulla cambio strategia. Noi nel rugby non cambiamo allenatore come nel calcio e neppure possiamo cambiare i giocatori quelli sono e quelli che non sono rotti scendono in campo.

Non c’ero a Roma e non posso fare un comunicato o un commento reale, sarebbe distaccato, vuoto, spento, senza il fuoco, la rabbia e anche la cattiveria che io metto sempre per vincere.
Il mio obiettivo resta lo stesso:
la pensione per tutti i Quota96. I responsabili è da mo che li ho individuati nel Governo, nel PD ed in generale in coloro che non vogliono che i diritti dei lavoratori siano cose certe e che non debbano restare soggetti a concessioni dopo suppliche.

Credo fin qui si sia tutti d’accordo.

Che fare? Ecco il punto!

Ddobbiamo spezzare la catena, femare il cane che si morde la coda, chiarire una volta per tutte quanto costa mandare in pensione i Quota96 dal 1/9/15.
L’unico modo che mi viene in mente è dal 15/01/2015, alla realizzazione del progetto, perché quello della “buona scuola renziana” lo realizzeranno, mentre lo combattiamo dalla base, far aprire istanze on line per permettere di inserire le domande di pensionamento a chi ha ancora anni da scontare.

Non ho mai detto che lo sciopero della fame non vada bene, non sono gandiano tutto li, ne che si debba fermare la contestazione dei nominati da te (ce ne sono tanti altri) ovunque mettano fuori il muso, ma per non essere i soliti 9 (sempre da te nominati) magari 10 o 11 con me e Franco Martino, cercare le alleanze nuove e/o vecchie anche se non decollano:
RSU Vs Fornero, Ferrovieri, Esodati …
ma perché no, per tirare uova o pomodori a Renzi Giannini Morando … mi vanno bene i collettivi per l’abitare, i NOTAV, NO MUOS …
non certo i fasci o i nostalgici democristi della clientela.

17/12/2015

Franco


4 commenti on “Fuga in avanti?”

  1. Francesco scrive:

    Franco Vertillo non è che non si possono anticipare i tempi, anzi per noi sono fondamentali, nel mentre si continuano le iniziative precedenti, occorre velocizzare le nostre iniziative, non c’è molto tempo, non aspettiamo i loro, ma dobbiamo essere già pronti prima del meritato riposo tra 7 giorni.
    Io ho proposto di fare domanda anche se si sa che sarà respinta, era un modo per avere dati certi, apriamo noi la linea per i Q96 che rimarrano.
    Al Miur non vogliono dare i dati, non apriranno mai una specifica sessione per noi, potrebbero fare una nuova e seria rilevazione.
    Se hanno i dati li debbono pubblicizzare, se non li hanno li debbono raccogliere e quindi sono incapaci, incompetenti e non glie ne frega niente di noi.
    La proposta di aprire una linea no, sconta il problema che i Q96 sono inerti, Piero Atzori ha già un database, Franco ha una lista, Antonio un elenco di persone che partecipano alla diffida,
    possiamo aggiornare questi dati? Possiamo chiedere a tutti che si mobilitino su questo fronte serve solo Nome cognome provincia e quanti anni di contributi anni.
    Ho proposto di attivare le RSU proprio perchè alcuni colleghi non vengono informati.
    Per gennaio è necessario avere questi dati, non ci vuole molto.
    Se ognuno attivasse il proprio sindacato servirebbere una settimana, noi non possiamo obbligare le segreterie a darci i dati, i sindacati si, oltre che lavorare seriamente sul fronte q96.
    Come Cobas li chiederemo di nuovo, e sai che li abbiamo chiesti già, abbiamo contattato anche la segreteria del MIUR, da Chiappetta a Leoni.

  2. pietromaria scrive:

    leggo sempre e ,davvero, soffro per l’ingiustizia verso i quota 96 e brucio di rabbia! Mi chiedo “e’ mai possibile che a qualsiasi portone si sia bussato nessun buon pastore abbia mai aperto!”; ma di portoni, in questi anni, se ne sono aperti, ma non completamente, solo quella piccola porticina attraverso la quale il servo entra…e penso alla lotteria dei 2.500 che resta, pur avendone giovato e con vergogna, il contentino nella marea degli scontenti. Ebbene sì, perche’ di marea si tratta : un mare enorme creato da una legge “necessaria” spiegata agli italiani e firmata dall’allora meno di oggi, rintronato presidente , benevolmente o malevolmente raggirato dagli interessi economici! Un mare magnum nel quale affogano sempre piu’ i lavoratori italiani di ogni categoria, dal ferroviere all’impiegato, dal professore all’operaio, senza alcuna distinzione….l’obiettivo di questi malnati ora e’ centrato! i Poteri forti hanno confezionato a loro piacimento un popolo di poveri che di anno in anno sara’ sempre piu’ povero, con nessuna volonta’ di reagire perche’ ,di tanto in tanto, il castellano lancera’ un po’ di pane sotto forma di salvaguardia. Nessun lavoratore oggi, ma anche ieri , sbraita e grida finche’ ha una manciata di soldi a fine mese o uno straccio di lavoro…Il perche’ di tanta ignavia non e’ difficile capirlo…dall’andreottismo al craxismo, dal berlusconismo al renzismo tutti , dico tutti i governi hanno lavorato all’appiattimento della liberta’ di rappresentanza, tanto voluta dai partigiani come dai giacobini e da morelli e da tutti i martiri delle Resistenze. ma riflettiamo se lo stesso atteggiamento lo hanno i compagni sardi, o quelli dell’ilva o di tante altre fabbriche, grandi o piccole che siano, senza lavoro e prospettive. Dobbiamo quindi aspettare di toccare TUTTI il fondo del barile per scuotere l’orgoglio e si libri alto il grido : SUBITO! ….subito la giustizia subito la liberta’ , subito l’equita’, subito un governo italiano e la cacciata di e dei renzusconi millantatori di beni distribuiti sotto forma di sole parole poi perse nel vento. SUBITO riforme utili alla crescita del Paese, nel quale siamo nati, orgogliosi di essere connazionali del mIchelangelo e caravaggio, pellico e mazzini e tanti altri che sono nella nostra mente cosi’ come nei nostri cuori. …..subito subito s u b i t o!
    Pietromaria
    P.S. qualcuno potra’ scandalizzarsi leggendo” compagno”. A questi vorrei ricordare che il termine compagno deriva dalla nostra lingua latina cum_panis , con, per, pane vivanda – estensivamente necessita’. spezzare il pane assieme, presente nelle liturgie, rappresenta il momento piu’ alto di comunione , fratellanza,unicita’ d’animo e di pensiero. Vogliate quindi intenderlo per tale…. Da buon comunista rendo onore al termine compagno perche’ in esso e per esso si sono immolati gli “artigiani” gli artefici dell’altrui benessere. Pietromaria


Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...