Chi vuol lottare per il proprio futuro?

Colleghi, compagni … (non aggiungo amici perché abbiamo visto cosa è successo al PD😀 )

Credo si sia ad un punto ormai senza ritorno della nostra questione.

Il Governo pare (scrivo pare perchè Matteo “Il Bomba” Renzi le idee non le ha chiare su di noi, non ha avuto imbeccate precise se non il no di Cottarelli e la nota agostana su La Repubblica del Tito “sbagliato … non il maresciallo” Boeri, ora all’INPS) intenzionato a deportarci nell’organico Funzionale (ricordiamo la lotta, non ancora conclusa, degli Inidonei).  In testa alla home del nostro blog ho riassunto in tre righi tre anni di lotta.

Anche l’iniziativa delle firme  per Istanze Online è finita. Il numero delle firme al 10/1 sono circa le stesse della diffida di Naso ( 😉 più o meno visto che la mia non c’è con Mr Naso ma c’è su questa … ) 800. Dobbiamo pensare che coloro che intendono fare qualcosa per andare in pensione il 1° settembre 2015 siano circa un migliaio? E gli altri? Rassegnati, disinformati, vogliono restare a scuola? Come ho già scritto, a sostegno di queste firme, vogliamo lottare perchè la riapertura di IOL avvenga veramente? Ho rinnovato la newsletter per tre mesi (grazie al contributo di 2/1391 colleghi che hanno risposto alla richiesta del 31/12) inviamo ai 1400 restanti nel DataBase una richiesta di partecipazione attiva?

Scendiamo nuovamente in piazza con i colleghi ed i compagni che erano con noi il 29 agosto?

“Da lunedì 12 i precari in presidio davanti a Montecitorio contro i tagli (di Giulia Boffa)
I ‘Precari Uniti Contro I Tagli-Roma’, del ‘Cps-Coordinamento Precari Scuola Roma’, del ‘Comitato Precari Ata Roma’, dei precari Cobas, precari Cub e del movimento docenti precari terza fascia si organizzeranno in un presidio fisso a piazza Montecitorio dal 12 al 16 gennaio. … da Orizzonte Scuola”

Quanti interrogativi … anche io sono senza convinzioni?

No! Io sono convinto che dal 12 al 16 gennaio dobbiamo trovare tempo e forze per essere con i precari a Montecitorio. Io so che non mi avranno mai, che lotterò fino a che l’ultimo Q96, incarcerato ai lavori forzati, non sarà in pensione.

Franco 11/1/2015

P.S. … fino a che ci saranno esodati, … fino a che i precari dovranno mendicare lavoro, … fino a che i lavoratori moriranno sfibrati, sfiniti o in incidenti sul loro lavoro, … fino a che opere inutili devasteranno i territori insieme all’incuria, voluta, dei boschi e dei fiumi cosìcchè tanti anemoni possano giorire ad ogni frana, alluvione o terremoto, tanto dopo si deve ricostruire … … fino  …  fino ad un mondo di fratelli, liberi dal lavor!


One Comment on “Chi vuol lottare per il proprio futuro?”

  1. Francesco scrive:

    Credo che una presenza anche se limitata visti i tempi stretti non sarebbe male.
    Per cui tutti quelli di Roma e zone vicine potrebbero essere presenti anche 1 giorno, anche chi può da più lontano, serve per unire i diversi spezzoni della scuola e non solo.


Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...