I precari lottano per noi! … e noi?

ASSEMBLEA LAVORATORI SCUOLA – ROMA 17/01. QUI SI RESISTE!

Non era scontato che fossimo in tanti e che ci scoprissimo addosso, al settimo anno di lotta, ancora tanta energia da profondere nella lotta. Invece eravamo in tanti, da Roma, Napoli, Torino, Palermo e Bologna. Uniti, davvero uniti, stavolta, dalla cogenza e violenza di un agire governativo che ormai è palese, circolarmente chiaro nei suoi presupposti e nei suoi approdi. I bisogni, prima confliggenti, delle diverse categorie sono ora finalmente percepiti come complementari: i precari “storici” delle Gae hanno bisogno che i Quota ’96, vergognosamente trattenuti ancora in cattedra anche a 68 anni, vadano in pensione; i precari di II e III fascia hanno bisogno che quelli delle Gae vengano assunti sulle cattedre fatte sparire dalla Gelmini e non come “tappabuchi”, altrimenti a loro non resteranno supplenze brevi da coprire né possibilità di sperare, dopo la gavetta, in un posto a tempo indeterminato. Gli Ata hanno bisogno parimenti che i docenti non vengano messi in segreteria, perché altrimenti i loro posti verranno tagliati, mentre quelli di ruolo hanno bisogno che i precari non cedano e non accettino di diventare “organico funzionale” perché questo segnerebbe l’inizio di una catena di azzeramento dei diritti che coinvolgerebbe pure loro…
Abbiamo tutti capito il gioco perverso e malsano della guerra fratricida creata ad arte, delle dichiarazioni di cazzo sparate e poi smentite per mandarci in panico, della vigliaccheria del prenderci per stanchezza, varando le leggi che ci ammazzano di notte, a Natale, come fanno i peggiori ladri. Abbiamo capito che vogliono distruggerci, zittirci; abbiamo capito che vogliono estirpare la Scuola-presidio di civiltà, uguaglianza, partecipazione, inclusione e collegialità dalla vita e dalla memoria degli italiani, per operare una mostruosa riconversione valoriale che ci veda, alla fine, tutti ottusi, tutti consumatori, tutti razzisti, tutti appecoronati. Abbiamo altresì capito che non abbiamo amici, che le nostre vite, la nostra passione, le vite dei nostri alunni valgono quanto una poltrona promessa, quanto il voto di un traditore, quanto uno scambio di favori. Proprio perché abbiamo capito, abbiamo stilato una nuova lista di iniziative di lotta. Se non li fermeremo… del doman c’è la certezza, ed è una certezza agghiacciante. Chi vuol essere cieco… sia! (però ci pensi bene!).

Rina all’assemblea dei Precari Uniti

One Comment on “I precari lottano per noi! … e noi?”

  1. Francesco scrive:

    Penso che sia chiaro che i Cobas sono in collegamento con i precari e stanno organizzando iniziative in tal senso, invito tutti gli altri a stringere alleanze nei propri territori con i precari che si conoscono.
    Sono previste iniziative il mese di febbraio, sia a metà febbraio, che verso fine mese.
    Informeremo con una comunicazione appena possibile.


Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...