Il 16 giugno al Mef e al MdL

Il 16 giugno al MEF e al MdL

Presidio a Roma il 16 giugno al MEF in via XX settembre, 97 dalle 9:30 alle 13:00 ed al pomeriggio al Ministero del Lavoro in Via Veneto dalle 14:00 alle 17:00. Indetto da:
COMITATO ESODATI E PRECOCI D’ITALIA; COMITATO NON SALVAGUARDATI e BLOCCATI; COMITATO ESODATI MOBILITATI di Reggio E.; MACCHINISTI FERROVIERI “Ancora in Marcia”; Comitato Lavoratori Quota96 Scuola.
E’ molto importante per la VII salvaguardia che siano presenti anche i Lavoratori di quota96 Scuola.
Appello a partecipare a tutti i romani e limitrofi. Aderite numerosi al presidio! Una delegazione di Quota 96 salirà assieme agli esodati ed ai macchinisti ferrovieri e porterà il documento sotto linkato integrato dal secondo per chi usufruiva della L.104

Leggi il documento che presenteremo

Documento per INPS su L.104

Per non smettere di lottare e collegarci a chiunque voglia lottare per la sua pensione, anche se lontana, copia e distribuisci il seguente volantino:

“LA MIA PENSIONE” … sarà da fame!
Cancelliamo le leggi Dini e Fornero!

Quanti di noi sono al corrente della iniziativa dell’INPS per calcolare la nostra pensione (http://www.inps.it/portale/default.aspx?iIDLink=892&bi=7_892&link=La+mia+pensione)?

Una trovata alla Renzi, demagogica e inaffidabile perchè non sappiamo quando un lavoratore di 45\50 anni andrà in pensione e con quale importo visto che le regole in materia previdenziale cambiano velocemente e di continuo. Quello che si sa è che i precari di oggi con salari da fame continueranno la loro magra esistenza con pensioni calcolate sul sistema contributivo.

Per esempio il cosiddetto adeguamento alla speranza di vita dilata i tempi del lavoro cosi’ come i coefficienti di calcolo se rapportati al Pil rappresentano un enigma in società a crescita ridotta.

Gli obiettivi dell’Inps sono allora ben altri ossia

  • favorire la previdenza integrativa (con salari con i quali non si arriva a fine mese chi se la farà?)
  • L’Inps vuole convincerci a rinunciare alla liquidazione (tfr o tfs) cedendo i nostri soldi alla speculazione delle banche e delle assicurazioni
  • seguire le indicazioni di agenzie\imprese\esperti che indirizzano da anni l’Inps verso la previdenza integrativa

L’Inps rinuncia al suo ruolo previdenziale e vuole convincere lavoratori\trici a “sputtanare “ la loro liquidazione per integrare una pensione, soldi nostri che serviranno a sgravare lo Stato dal sostenere pensioni da fame. Ma queste pensioni sono il risultato di politiche scellerate che noi abbiamo sempre avversato come il calcolo contributivo, l’aumento dell’età lavorativa, la mancata riduzione dell’orario di lavoro, l’assenza di una vera stabilizzazione dei precari.

Gli obiettivi devono essere ben altri

– abolire il sistema di calcolo contributivo voluto dal Governo Dini

– sistema retributivo per tutti\e arrestando l’innalzamento dell’età di accesso alla pensione (urge l’abrogazione della Fornero)

Conf. Cobas Pisa



Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...