… andare in loop

Avrei potuto scrivere un titolo tipo … “il cane che si morde la coda” ma mi sento ancora un informatico …

.
Non abbiamo più nulla da proporre, ed allora la linea che cerchiamo di percorrere è una linea curva che ci riporta sempre allo stesso punto di partenza.

Nel 2012 proponevo lotta di piazza assieme a tutti gli altri inculati dalla legge Fornero, mi si rispondeva da più parti che … era un errore che la politica avrebbe sanato si doveva percorrere la trafila delle leggi. Ricorsi individuali (vedi come è andata … con l’avv. Naso che ha rimpinguato il suo conto … perfino senza pagarci le tasse ) e collettivi (al TAR mai arrivato a fine), la corte Costituzionale (errato il quesito formale, la sentenza non è entrata nel merito).  Sempre a ripetere … siamo un settore a parte non dobbiamo mischiarci con gli altri lavoratori …

Si è provato la linea parlamentare con emendamenti e PdL, ci hanno rimandato di legge in legge … Bastico, Marzana-Ghizzoni, Madia (quella che brucia di più), la Buona S(cu)ola, ora la Damiano-Gnecchi poi ad entrare nelle varie salvaguardie per gli esodati (e ci dicevano e ci dicono che … ma voi un lavoro l’avete),  per arrivare, se ci sono degli avanzi, nelle varie leggi di stabilità 2012, ’13, ’14, ’15 e … 2016.

Ribadisco un dato di fatto inconfutabile, abbiamo perso tutte le battaglie fino ad ora!
(L’ultima il 21 settembre quando Riccardo era solo al presidio ed è stato aiutato da esodati, precoci e 15enni a piazzare lo striscione … appoggiato … perché bisogna essere almeno in due a reggerlo)

La volontà politica di liberarci dal lavoro non c’è. E allora cosa fare.

Presentare una domanda cartacea di pensionamento? … già fatto anche quello nel 2012!
Contarci per sapere quanti siamo? … lo ha fatto il MIUR nel 2013 ed eravamo 3976, l’ultimo sondaggio sui nostri media di contatto ha dato poco più di 500 detenuti al lavoro … gli altri, perché siamo di più, dove sono?  Sono rassegnati, in attesa della scadenza dei requisiti della legge Fornero, con soluzioni individuali di riduzione del danno, stando a casa in malattia (giustissime visto che sono reali e vere, non certo malattie o disagi fittizi), piuttosto di esplodere a scuola finendo in galera e sui giornali.
(Marcella … e tante altre, hanno scelto in questi quattro anni l’opzione donna, regalando a questi bastardi che ci governano, il 25% della loro pensione per il resto della vita, ora leggo che Lilly ha dato le dimissioni, restando fino alla pensione di vecchiaia 66 e 7 mesi senza stipendio. Faranno l’APE e qualcuno dei restanti, schiantato, accetterà il debito ventennale a tassi da usura)

Ben venga l’iniziativa di Chiara che ha coinvolto Pannarale e Lodolo D’Oria per rientrare tutti nelle professioni usuranti (ed insegnare lo è)!
Intanto il governo ed il PD hanno messo le mani avanti sul costo dell’APE a categorie agevolate che non siano pensioni sotto i 1000 euro ed a platea limitatissima.

Mi ripeto come sopra e allora

CHE FARE? (Что делать? Čto delat’)

in 4 anni ne ho abusato

In molti si sono dannati a trovare la giusta linea per ottenere la pensione per Quota96, io non ho una strategia vincente da proporre, fra l’altro come mi scrisse Francesco, non sento più sulla mia pelle viva quello che provano coloro che sono ancora al lavoro, so solo che, anche da pensionato, non voglio mollare.
Credo che l’unica strada percorribile, oltre alle mail ai deputati, ai senatori per rientrare in qualche modo in una cazzo di legge (le fanno solo e sempre per dividerci l’uno dall’altro, salvaguardie … leggi ad hoc per questo per quello) che ci liberi, sia la visibilità e la lotta con gli altri lavoratori.

Gli esodati preparano un altro viaggio a Roma per evitare che in legge di stabilità si dividano gli ultimi da salvaguardare mandandoci solo i penultimi e che il governo si incameri i risparmi delle sette salvaguardie precedenti ( 1,5 miliardi  già depredati quando hanno fatto la settima per giubileo, no tax area, ammortizzatori sociali , economie MEF ) ora con una mini VII da 1 mld incamererebbero circa 2 miliardi dei 3 di risparmi.

Dobbiamo chiedere con forza insieme agli “altri lavoratori” chi a Roma, chi nella propria scuola, chi al proprio UST, chi all’USR, anche con azioni eclatanti, la soluzione definitiva a tutte le bastardate della legge Fornero.

Poi la lotta continua con lo sciopero generale del 21 ottobre … per far cadere il governo, la rivoluzione non abbiamo saputo farla e non la faremo,  chiedere ad un nuovo governo:
… la pensione giusta per tutti a 60 o dopo massimo 40 anni di lavoro, il salario di cittadinanza, la sanità per tutti … la scuola pubblica … in scuole che non crollino.

ma qui ormai è Monsieur de La Palice che scrive e non Franco

Cantagallo 2 ottobre 2016

(dopo aver letto per mezz’ora tutte le nostre lamentele sui vari blog e social)

5 commenti on “… andare in loop”

  1. L’articolo è onesto e condivisibile. La mia proposta di preparare un modello uguale per tutti di domanda (non di pensionamento) da presentare alla scuola di appartenenza e farla protocollare prevede che ogni singolo ex quota96 della scuola chieda, facendo esplicito riferimento ad un atto parlamentare pubblico, al dirigente scolastico: 1) di inoltrare agli Uffici superiori la propria disponibilità al pensionamento di cui alle proposte emendative in commissione lavoro per l’ottava salvaguardia e alla richiesta del relatore del testo base di conoscere il numero del personale ancora in servizio; 2) di avere riscontro dal Miur sull’inserimento del proprio nominativo nella lista del personale in servizio ex quota96 della scuola cui è stato negato un diritto dall’anno scolastico 2011/2012 in poi. Lo so che non sarà un’iniziativa risolutiva, che non sarà la rivoluzione o il risveglio dal torpore dei nostri cari colleghi non solo ex quota96 nella scuola o nella società, è un tassello di una battaglia che in qualche modo dobbiamo continuare vista la situazione data.

    • quota96 scrive:

      Ciao Salvatore, già nell’ottobre del 2013 al tempo della rilevazione avevo fatto un modello “meno scemo” di quello che compilammo per la rilevazione.
      E come la faresti fare la domanda? attraverso le persone che hanno risposto al sondaggio? Se non è il MIUR che manda una circolare ed apronoe istanze online … ma non lo vogliono fare.
      Il Dr Molitierno, oltre alla email girata dal Dr Bonelli che gentilissimamente ha risposto subito, ha avuto anche la mia email per sollecitare a fornire il numero all’XI commissione, ma non ci ha cacato neanche di striscio. Non vogliono rispondere.
      Sono senza docenti ne mancano 80.000, stanno pensando di assumere direttamente dalla II fascia (leggi) visto che le GAE sono esaurite, anche l’uscita di 1000/2000 docenti li metterebbe in ulteriore crisi.
      Altro discorso dopo che saranno riusciti a ridurre le superiori da 5 a 4 anni.

  2. carla scrive:

    Solo adesso ho di nuovo la connessione, perciò non ho risposto prima. Forse non ce lo ricordiamo tutti, ma quello che propone salvatore lo abbiamo già fatto anni fa! Quindi mi sembra inutile! Sono stufa e stanca, non voglio più mettermi pannicelli caldi per curare la polmonite!

  3. Prendo atto che non si coglie la diversità di questa iniziativa rispetto al passato. Per la prima volta siamo in presenza di un relatore di una legge (quella sull’VIII salvaguardia che confluirà nella legge di stabilità) che chiede in atti parlamentari il numero dei quota96 scuola ancora in servizio al Ministero di competenza cioè il Miur. Per la prima volta il Miur decide nella sua autorità politica (Ministra e sottosegretari) di non rispondere. Non c’è alcun segnale o iniziativa in atto anche di natura parlamentare che si rivolga direttamente al Miur. Bene, aspettiamo che cada la manna dal cielo. Non ho altre idee e proposte in questo momento. Siamo in campagna referendaria per il NO e su questo dovrò impegnarmi nelle prossime settimane. Ringrazio chi mi ha sopportato in questo blog. La centralità del Parlamento che riguarda moltissimo il referendum è stata violata per la prima volta pesantemente proprio da Renzi sul voto unanime della Camera nel 2014 e sui quota 96 della scuola. Cercherò di evitare qualsiasi polemica fra noi, non posso curarmi di qualche attacco personale al limite dell’offesa che qualcuno ha voluto generosamente rivolgermi. Ad maiora.

  4. Francesco Vertillo scrive:

    Salvatore non so di quale attacco parli,non mi sembra ce ne siano stati a livello personale.
    Come sai l’ottava e’ prevista per un anno per gli esodati,invece di 36mesi,per fregare un’altra volta i soldi dal fondo. Se non salvano tutti gli esodati,che parlano gia’ di nona salvaguardia,figurati se il governo prevede o voglia inserire quota96. Delle sottigliezze dei passaggi parlamentari tra commissioni,aula e ministeri se ne sono sempre fregati,specie quest’ultimi “democratici”!!!
    Per i segnali al miur ho gia’chiesto a te che fine ha fatto la tua richiesta come A.n.d.,agli altri come e’ finita con i funzionari uff.personale miur,e per ultimo la gnecchi a Giuliana ha detto che passava la richiesta numeri quota96 ai suoi colleghi della comm. Cultura.
    Invece di insistere su quel che si e’ fatto,anche concordemente,e di tornare a parlare di iniziative,che non ci sono state “fisicamente”,e’piu’ comodo e facile svicolare…


Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...