Form inserimento dati

Il nuovo form per l’inserimento dati e stato spostato e ricordate che con l’invio dei dati si accetta esplicitamente quanto sotto riportato.
esprimo il mio consenso al trattamento dei propri dati personali, da me inseriti nel presente “form” e nello specifico alla ricezione di comunicazioni via email, ai sensi dell’art. 13 del Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (ex art. 10 L. 675/1996) e successive modificazioni.
qui

clicca per il form

Clicca sull’immagine per essere indirizzato al form

Potete, se l’iscrizione è andata a buon fine, sempre controllare i dati inseriti sul database con il Cognome e Nome e la mail inserita da questo link Chiaramente dovrete digitare esattamente quanto inserito.


6 commenti on “Form inserimento dati”

  1. Francesco Vertillo ha detto:

    Cliccando sull’immagine non succede niente!
    L’indirizzo serve per mandarmi la pensione?
    Sara’ un “lapsus”,ma sull’intestazione “maturare i requisiti” c’e’ 31/8/201 (?),vuol dire che comunque tutti vanno al 2019,che non c’e’ limite o che altro?

    • quota96 ha detto:

      A Fra non rompere, è la vecchia pagina del 2012 quando ancora ci si contava e avevamo un database di oltre 2000 iscritti.
      Grasso lo voleva per far fare loro il ricorso con Naso … non l’ha avuto e solo 600 poveri disgraziati ci hanno rimesso circa 500 eurozzi.

  2. Francesco Vertillo ha detto:

    E come maia me e” uscita adesso?

  3. Peppe ceravolo ha detto:

    @Francesco Martino
    Francesco scopri come ha votato la “puppato” al senato per salvare l’amico minzolini!

  4. Peppe ceravolo ha detto:

    @Presidente Mattarella
    Gent.mo
    Presidente Mattarella,
    Lei cosa fa…cosa dice….al popolo italiano!
    Glielo ricordo io:
    “Minzolini, quando Mattarella disse: “Non votare la decadenza di un parlamentare interdetto è aberrante”

    “Quello che oggi in questa aula celebriamo non è un giudizio nel merito delle accuse formulate nei processi all’onorevole Previti. Non ci compete. Siamo chiamati a prendere atto di una decisione formulata dalla magistratura in tre gradi di giudizio, e passata in giudicato con la pronunzia della corte di Cassazione. Ne dobbiamo prendere atto e assumerci la responsabilità delle conseguenti decisioni che competono soltanto a questa Camera……

    “Al presidente basterebbe stampare una copia del suo stesso discorso senza cambiare quasi nessuna parola. D’altra parte lo ha detto lui stesso poche ore fa incontrando gli studenti al Quirinale: “Io sono un arbitro non silenzioso ma discreto. E l’arbitro interviene quando il meccanismo si inceppa“. Ecco presidente: si è inceppato.!
    Peppe Ceravolo


Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...