Old stuff

Il giornale di ieri è buono per incartare il pesce …
Ma se vi serve qualcosa … rovistate qui.

Leggi il documento unitario

concordato fra tutti i comitati ex-quota96

LA SCUOLA NON SI ARRENDE

siamo tutti “contrastivi”!
Referendum contro la 107
… forse ce l’abbiamo fatta …

4s

Siamo stufi di aver pazienza, insegniamo disobbedienza!

pietre

Resta solo la lotta di chi vuole abbattere la riforma Fornero, con noi in testa per la palese violazione dell’anno saltato, il famigerato 31/12/2012 desaparecido dalle circolari di pensionamento MIUR. Resta la lotta sui territori, dove è possibile organizzarsi, e ovunque vadano a mettere la faccia in pubblico i ras del MIUR, con Flash Mob e pressando sulle pensioni e quota 96, ribadisco l’importanza delle alleanze di cartello. Il tempo è finito.

Non dobbiamo mollare, insieme a tutti gli alleati trovati.
Lotta dura per il diritto alla pensione!

Tutti gli articoli che Carlo Bertani  mi ha mandato sono sempre disponibili dalla pagina Okkio per okkio .

Io l’8

donne combattenti curde

Io vado, madre.
Se non torno,
sarò fiore di questa montagna,
frammento di terra per un mondo
più grande di questo.
Io vado, madre.
Se non torno,
il corpo esploderà là dove si tortura
e lo spirito flagellerà,
come l’uragano, tutte le porte.
Io vado madre.
Se non torno,
la mia anima sarà parola
per tutti i poeti.

ABDULLA GORAN
(poeta Curdo)

Per chi è ancora detenuto al lavoro sono finite le vacanze.
Un augurio dedicato alla Fornero e a tutte le “streghe” che sproloquiavano in parlamento della nostra liberazione ma che  non l’hanno mai votata per, come si chiamava un tempo, “disciplina di partito” … o per tenere il culo incollato alla poltrona.

Dopo una pausa disintossicante riprendo a gestire questo nostro blog.
La lotta non può arrestarsi mai, fino al pensionamento dell’ultimo Q96  … ma io … ero un po’ stanchino, come direbbe Forrest Gump.

Con l’attacco più grande alla Scuola Pubblica mai portato da nessun governo. La Beata Ignoranza (Gelmini) aveva tagliato 100.000 docenti, Renzi organizza una deportazione staliniana, … dicono 20.000, e toglie completamente il lavoro a 200.000 giovani, di cui almeno 100.000 avrebbero dovuto essere immessi in ruolo secondo la sentenza europea del novembre scorso (ecco quanto valgono i ricorsi e le sentenze in Italia). Tralascio il resto della 107 che conosciamo.
Il nostro dramma deve essere un tassello della lotta alla Buona Scuola.

Come Comitato Lavoratori Quota96 Scuola abbiamo elaborato dei dati che smontano la parte del finanziamento inserita (Gnecchi) nella PdL  alla VII salvaguardia, fornendo spunti e riflessioni per il nostro pensionamento (Analisi Dati) ed un ricalcolo dei fondi necessari (Coperture).
Li abbiamo inviati con questa firma e senza firme individuali, non per distinguerci dall’iniziativa di Antonio Busato (bentornato alla lotta … almeno virtuale) e del Comitato Civico Quota96, ma per poter stare a pieno titolo con gli Esodati ed i Ferrovieri che compongono l’altra fetta, maggioritaria del pacchetto VII salvaguardia, senza dimenticare gli esclusi arbitrariamente dal numero dei pensionati con le due salvaguardie riservate alla L.104, e per rivendicare il percorso fatto con loro fin dalla manifestazione a Roma con loro del 2 luglio 2014 e gli incontri al MEF del 4/7 di Francesco Martino.
Non per polemica ma ricordo che più di qualcuno non voleva mischiarsi con esodati e ferrovieri e rivendicava la nostra specificità ed il vulnus inferto solo ai lavoratori della scuola (verba volant scripta manent).

Spero che la VII salvaguardia possa pensionare tutti i Quota96 e per questo scrivo che il 9 settembre non siano solo  firme  ma anche presenza in piazza e visibilità con gli altri lavoratori interessati e per questo lavoreremo intessendo anche questa tela!

Franco 28/08/2015

Resoconto del 28 LUGLIO:

E’ stata presentata la richiesta informazioni per quanto riguarda il personale della scuola:

RELAZIONE INCONTRO Salvaguardati Esclusi L. 104 e Docenti Q.96

ROMA 28.07.2015 Sede Centrale INPS con Dirigente Dott. CRUDO

                   Alle ore 14.00 entriamo in sala riunioni al 7° piano, ricevuti dal Dirigente Dott. Crudo e suoi collaboratori, (funzionari: Dott.ssa Comandini, Dott. La Monica e 2 segretarie);

Dopo ampia relazione del Ns/ Coordinatore, Sig. Claudio Ardizio, incentrata sulle “chiarificazioni” e i dati numerici dell’ultimo report Inps, ed altri interventi dei Sig.ri Scialla e De Pasquale, (esclusi “mobilitati”), della durata di oltre 90 minuti, inizio il mio breve intervento, (circa 10 min.).

Fortunatamente avevo preparato un “documento”, corredato dall’ultima interrogazione del 21/7 dell’On. Carrescia, (di cui Non erano ancora a conoscenza), e da copia della circolare INPS n. 7463 del 06/10/14, ( chiusura della 4^ salv.), nonché altre pagine con gli ultimi “umori” degli utenti del Forum “pensioni oggi.it” e richiesta di Info da parte del collega Franco Martino, (Ex Q.96 andato in pensione con L. Fornero), che allego.

Francesco Martino, a nome dei lavoratori ex Q96 scuola

Il personale della scuola ex Q96 ormai si è ridotto notevolmente, poiché:

  • a settembre 2014, all’interno della IV salvaguardia, erano stati inseriti 760 lavoratori della scuola, che avevano usufruito dei permessi o congedi parentali.
  • Si chiede se questo dato, fornito dall’attuale D.G. INPS, Antonello Crudo, il 7 ottobre 2014, in un incontro con alcuni docenti, viene confermato, oppure vorremmo sapere  il dato reale.
  • Si chiede anche il numero dei lavoratori della scuola, inseriti, per lo stesso motivo (congedo o permesso), nella platea dei 1800 salvaguardati della VI salvaguardia.
  • Ultima richiesta, fondamentale anche ai fini di un’eventuale VII salvaguardia (proposta (Gnecchi, Fedriga e altri), in cui tutti i Q96 sono inseriti, conoscere il numero di tutti i lavoratori della scuola, che in questi anni sono andati in pensione 

1) in quanto hanno raggiunto i requisiti previsti dalla “norma” Fornero sulla pensione anticipata (settembre 2013, settembre 2014 e settembre 2015)

2) hanno utilizzato l’opzione donna” negli stessi anni.

Nel riassumere verbalmente il documento, e specificamente gli art. di legge, che a Ns/ avviso NON sono stati rispettati, (sia in 4^ che in 6^ salv.) mi sono reso conto di aver espresso i concetti con voce ferma e toni molto alti, -mia deformazione prof.le di docente di Ed. Fisica-, ed “appassionati”, creando da parte degli uditori un silenzio “assordante”, ma attento ad ogni mia frase scandita …… Tant’è che nell’esprimere un art. ed un comma, già scritto nel documento, il Dott. Crudo mi interrompe chiarendomi che secondo la Sua interpretazione è necessaria l’apertura della conferenza di servizio con i 2 ministeri competenti, (tavolo tecnico MEF-MdL-INPS), per l’attivazione dei c.d.”vasi comunicanti”, come momento formale di “confronto”, considerando che l’Istituto è sottoposto all’osservazione di ben 2 ministeri.

Egli mi ha ribadito che inviò richiesta e consiglio ai ministeri per organizzare la conferenza di servizio nel sett. 2014, a conclusione della 4^ salv. e prima della Circ. 7463; stessa cosa fece il 10 giugno scorso, senza avere alcuna risposta. Alla mia domanda, DOVE ARRIVERETE a CERTIFICARE ? Mi ha risposto che ….. forse, forse…. Si arriverà a fine Agosto e Non più avanti !    A fine riunione, deluso ed insoddisfatto, mi sono sentito in dovere di “affrontare” , De-Visu, cioè a 30 cm. dal suo volto, guardandolo nei suoi occhi un po’ “sfuggenti”, chiedendogli da profano di burocratichese e politichese, (perché nella mia vita ho solo pensato ad “educare i Vs/ figli”), NON trovando giusto il PERCHE’ di questo “Rimpallo” di responsabilità e decisioni e che, stando così le cose, saremmo stati costretti ad adire le vie legali !

La Sua risposta conclusiva, espressa con molta sicurezza, è stata la seguente:

“….. Vuol dire che sarà un Giudice a decidere se ho fatto bene o male ad interpretare la norma di quegli articoli che Lei ha citato nel documento consegnatomi ……. In quella sede dimostrerò che io sono a “posto” perché diedi consiglio e chiesi ai Ministeri l’indizione di ben 2 conferenze di servizio, (Settembre 2014 e giugno 2015).

Questo è il triste epilogo di chi vi ha “Indegnamente” rappresentato!

Quindi…. C.v.d. SI VADA UNITI & COMPATTI all’ AZIONE LEGALE.

21/7/15 Enrico E.

Ringraziando Enrico che ci ha rappresentato continuo a sostenere che le azioni legali hanno un valore quando sono le lotte a supportarle … ancora grazie a Enrico e Peppe.

Franco

Per non dimentiCarlo

GENOVA: 20 LUGLIO 2001 CARLO GIULIANI ASSASSINATO

Possiamo lasciare che finisca così?
NOOOOOOOOOOOO!!!!!!!!!!!!!!!!!!

nooooooooo

CONTINUIAMO A LOTTARE CONTRO IL MOSTRO RENZIANO!

Disegno di Mauro Biani, da Il Manifesto.

(Leggi il Comunicato Cobas)

Per Quota96 dobbiamo far restare il problema in evidenza, non possiamo rassegnarci, dobbiamo essere presenti in ogni città, in ogni manifestazione con la nostra identità.

Il documento uscito dall’incontro del 16/6 Esodati, Macchinisti e Quota96

Franco 23 giugno 2015

Comincia la caccia ai responsabili della uccisione della Scuola Pubblica dobbiamo perseguirli senza tregua …
VENERDÌ 26 GIUGNO ore 15.00 E SABATO 27 GIUGNO ore 9.00 A Palermo, PIAZZA MASSIMO, ACCOGLIAMO FARAONE E GIANNINI (Leggi)
Piero Bernocchi salva dalla rabbia dei manifestanti Mineo, reo di essersi astenuto e non aver votato contro la fiuducia chiesta da Renzi …
Come quota96 cominciamo ad organizzare qualcosa per la prossima dimostrazione a Roma in luglio, probabilmente intorno al 7 per il necessario ritorno del DdL alla Camera prima della sua promulgazione.

Quota96 é contro la “Buona Scuola” renziana!
Contro il DDL, per un DL di stabilizzazione dei precari.

 25 giugno manifestazione a Roma!

“Renzi si gioca le sorti del governo sul Ddl “cattiva scuola”, imponendo la “fiducia”, sfidando la totale ostilità del popolo della scuola e ricattando le opposizioni interne con la minaccia dello scioglimento delle Camere

Manifestazioni in tutta Italia dal 23 al 25 giugno. A Roma presidio davanti al Senato – P.za Vidoni e Cinque lune – il 23 (ore 17) e il 24, e …

il 25 corteo da P. Bocca della Verità (ore 17) a Campo de’ Fiori, durante le votazioni del Ddl in Aula. ”

NO ALLA FIDUCIA,
NO AI BARATTI
LA SCUOLA IN LOTTA
NON CEDERA’ AI RICATTI

gli esodati, con i macchinisti di in marcia, il 16 sono al MEF e al MdL per la settima salvaguardia … ma non hanno ottenuto la contabilizzazione dei risparmi delle precedenti … e quindi Poletti o chi per lui diranno che l’INPS non ha comunicato i dati …
Commento del 17/6 al presidio con gli esodati … a parte il numero dei Q96 presenti … C.V.D. in questo post, il resoconto di Enrico che è salito in delegazione con Riccardo

Что делать? Что делать? Che fare?

Continuiamo a sperare in emendamenti? nella prossima legge di stabilità?
… o lavoriamo con la nostra identità contro il governo Renzi?

Mi scusino i compagni/colleghi che sperano (io temo invano) in un emendamento per Q96 nel DdL Buona Scuola, ma il progetto renziano è inemendabile (Il nostro emendamento dovrebbe entrare nel DL stralcio di assunzione dei precari per liberare per loro ulteriori posti e pensionare noi).

Leggete l’ultimo comunicato Cobas per le modalità di lotta fino al 5 …
“Il 5 Roma i COBAS manifesteranno nei due punti-chiave del conflitto, al MIUR (ore 10) e al Parlamento (P.Montecitorio, dalle ore 12.30 alle 18) durante le votazioni alla Camera del Ddl, mentre i Cinque si rinchiuderanno nella solita Piazza del Popolo, ben lontani dai Palazzi ove si decidono le sorti della scuola pubblica. E manifestazioni indette dai COBAS, regionali o provinciali, si svolgeranno anche a Torino, Genova, Bologna, Firenze, Pescara, Cagliari, Palermo, Catania e altre città che verranno tempestivamente comunicate.”
Io propenderei per concentrare i Q96 a Roma il 5 con i Cobas scriviamo e sentiamoci per dare rappresentanza. Franco 28/4/15

Sembra che il 12 maggio tutti uniti, i cattivoni dei Cobas, il NO implicito alle prove INVALSI, la manifestazione nazionale con gli studenti … facciano paura ai concertativi.
La decisione, quindi, di convocare uno sciopero per il 5 fatto salvo quello già indetto dai Cobas, probabilmente diminuiranno la portata della manifestazione nazionale ma soprattutto bloccheranno la richiesta dai protagonisti della scuola, lavoratori e studenti, di ritirare il DdL che se dovesse passare ucciderebbe la scuola pubblica.

Vedremo più tardi, dopo la manifestazione (… fatta di sabato senza sciopero) di oggi, le controproposta dei sindacati firmatutto che probabilmente chiederanno modifiche e non il ritiro del provvedimento con lo stralcio per le assunzioni che invece è la richiesta della stragrande maggioranza degli interventi dell’aasemblea unitaria dell’11 aprile.

Cambia anche, a mio parere, la strategia per Quota96 e quindi la necessità di essere presenti anche nel DdL con un emendamento per la nostra uscita nel prossimo settembre. Vista l’opposizione del PD, che vuole il prendere o lasciare, allo stralcio dal DdL per le assunzioni attuate con un DL (nel quale sarebbe di una logica stringente, per aumentare la platea, il nostro pensionamento) dobbiamo puntare sul 12 con gli studenti e sulla nostra presenza a Roma.

Franco 18 aprile 2015

Non voglio arrogarmi il diritto di dettare la linea né quello di cavalcare l’esigenza primaria di Quota96, il nostro pensionamento il 1 settembre 2015, ma stimolare la discussione e analizzare dove e come si possa realizzare.

Terminata la fase  di passaggio e di insediamento, con molta calma, da governo a parlamento, terminate le audizioni (ancora grazie Francesco … e Kiara) nelle commissioni congiunte, restano ora, come sempre due strade.

La prima è quella degli emendamenti al DdL, ma visto che, a mio modo di pensare, il DdL La Buona Scuola sia inemendabile e vada ricacciato in gola a Renzi di forza, lascerò la strada a Francesco ed altri che sappiano tenere dei rapporti con i parlamentari. Non dico che non si debba percorrere quella via per il pensionamento di Quota96, dico che io non sono la persona adatta.

La seconda, ed è quella che io ritengo la più importante, è quella dell’aggregazione di lavoratori contro il DdL, della lotta contro il governo. L’assemblea di Roma dell’11 di cui da notizia Francesco M. nel suo post di ieri è esplosiva e speriamo porti gli esiti che mi auguro, revoca da parte dei Cobas del secondo giorno di Sciopero del 6 maggio e partecipazione di tutta la scuola il 12 allo sciopero Cobas anti INVALSI in cui nel primo punto delle rivendicazioni compare il nostro pensionamento.
Per costruire una giornata come quella del 12 maggio serve tanto lavoro, locale soprattutto, per far giungere ai vertici dei sindacati concertativi l’esigenza della base della mobilitazione contro l’aziendalizzazione e distruzione della Scuola Pubblica. Le fasi passano dal 18 aprile al 24 aprile come momenti generali per poi focalizzare il tutto sulla manifestazione del 12 maggio a Roma manifestazione che vogliamo nazionale di docenti e studenti con l’adesione di tanti altri settori (leggi i partecipanti all’assemblea dell’UDS dal post di francesco). Vogliamo un’altro 17 febbraio 2000 e la testa che dovrà cadere non è solo quella del Ministro, allora Berlinguer oggi Giannini, ma de capo del governo dei sacrifici e della miseria sempre prono ai voleri dei liberisti e dei banchieri d’Europa.

Ritengo che nello stralcio dal DdL delle assunzioni dei precari per inserirlo in un DL, che questa volta ha oggettivamente i requisiti previsti ai sensi dell’art. 77 della Costituzione della Repubblica Italiana, “casi straordinari di necessità e urgenza”, possa trovare spazio l’emendamento per il pensionamento di tutti i Quota96.
Riusciremo a farlo ed entrarci?
Sta alla nostra volontà di lotta e partecipazione! (Franco
13/4/15)

Confermata la stabilizzazione di 100.701 precari a settembre 2015, Andranno nell’organico Funzionale dove i Presidi-Padroni potranno attingere coloro che riterranno opportuno per il loro piano triennale se non gli vanno più dopo 3 anni li scaricano di nuovo a fare i tappabuchi. Con il risparmio fra i 148.000 annunciati (finanziamento in legge di stabilità che proveniva dal blocco degli scatti fino al 2018) ed i 100.000 stabilizzati di cui c’erano le risorse per l’ultimo quadrimestre del 2015 la riforma è a costo zero.

Non trovo nulla sull’orario … se non 50 ore annue di aggiornamento obbligatorio. Il finanziamento delle stabilizzazioni dei precari negli anni successivi verrà in parte dalla fine della terza fascia, 800 MLN annui, la fine del MOF, altri 500MLN, il resto dove lo trovano?
Le supplenze brevi sicuramente ci toccheranno … cosa altro ci aspetta?

I sindacati di Base Anief, Unicobas, USB hanno indetto uno sciopero per il 24 aprile, i Cobas della Scuola hanno già lo sciopero generale del comparto per il 6/7 maggio infanzia e primaria metre il 12 la secondaria di 1° e 2° grado.

Nel breve, il 25 marzo, i confederali + SNALS e Gilda presentano le loro  controproposte invitati i parlamentari e le forze politiche.
Giannini parla di approvazione in 2 mesi, ma un DL per l’urgenza delle assunzioni pare quasi sicuro … ci ficcheranno dentro qualche polpetta avvelenata?
Vi sembra plausibile provare ad inserirsi in questo probabile DL? Magari proponendo l’uscita dei Q96 ed il mantenimento dei Revocati come da emendamento G/1577/4/1 (testo 2) presentato in senato dal M5S come EMENDAMENTO AL DISEGNO DI LEGGE N. 1577 ?
… discutiamone

Il dietrofront di Renzi è stato probabilmente indotto da motivi molteplici, dal sapere che non ha il minimo consenso dei lavoratori della scuola, dalla consapevolezza che si sta alienarndo un grosso settore di lavoratori pubblici, di avere completamente contro anche i sindacati confederali.
Il DdL è congegnato, leggetelo tutto, per ottenere il consenso almeno parziale della triplice, lasciando a loro il cerino acceso … far digerire ai lavoratori (vedi solamente un’ora di sciopero per la legge Fornero che ha stravolto le vite dei lavoratori) cambiamenti epocali delle condizioni di lavoro.

Forse una parziale stabilizzazione dei precari a settembre 2015 (100.701 dice Giannini … ma tutti a settembre 2015?) ed una dilazione nel tempo del completamento delle assunzioni a Tempo Indeterminato, nel frattempo tante pillole amare, orario, merito, presidi-padroni, da ingoiare  temporalmente penso più a ridosso delle elezioni politiche con liberazione dei residui quota96 nel 2016 o 2017, magari con apposita flessibilità (il balletto Damiano/Poletti) in uscita, ma con penalizzazioni economiche.

Mai norme di contratto (orario e salario) sono state imposte solo dal governo anche quando non esisteva un contratto nazionale ed i nostri aumenti dipendevano da una legge che doveva essere emanata, ma a monte c’era la trattativa ed i sindacati sono stati bravissimi a far ingoiare ai lavoratori della scuola tantissimi contratti truffa.
Sicuramente Mattarella (che non riceverà il CCQ96 che continua a pietire e scrivere lettere) ha avvertito Renzi, come lo fece Napolitano, di aver difficoltà a firmare dopo il jobs act questa seconda bordata contro lavoratori e sindacati.

Le mie sono ipotesi, ma Renzi sa di aver messo la triplice con le spalle al muro e visto che deve restare a ballare davanti a loro, deve stare attento, … rischia di prendere un calcio nelle palle.

….

Da qui alla fine del mese il governo prenderà molte e importanti decisioni che riguardano la scuola.
Sentita la risposta della botticelliana …

Madia all’interrogazione di Annalisa Pannarale (puoi vedere il filmato in questo post) non possiamo non rispondere e gridare la nostra rabbia insieme ai precari alcuni cacciati dal lavoro altri assunti ma demansionati, ricattati e sottopagati con un …

presidio permanente a Montecitorio
dal 23 al 27 febbraio

per poter partecipare al presidio e magari restare con uno o due giorni di permesso personale il CESP ha indetto per il 23 febbraio un convegno nazionale:

Inidonei-Precari-Quota 96-Docenti di Materia Alternativa e Modelli Viventi
Si confrontano sul tema della precari-età come condizione di vita
(Scarica e diffondi il volantino)

A questo link si può scaricare il programma e la richiesta di esenzione dal servizio da consegnare a scuola.

Porteremo con noi anche i colleghi che non potranno essere presenti per patologie e acciacchi, che la nostra tenera età non ci risparmia, con delle sagome o manifesti che li rappresentino, inviate a quota96(at)gmail.com foto tessera per ritagliare il viso, dati relativi alla vostra quota,  la data di liberazione dal lavoro, oltre a nome, cognome, scuola, disciplina insegnata o funzione che si ricopre nella scuola e le eventuali patologie (a richiesta il cognome sarà mascherato: es. Franco Sxxxxo).

Altra lettera, giusta, con il nostro …

NO ALL’ORGANICO FUNZIONALE

ma non basta scrivere! Nessun diritto, cassa mutua, previdenza sociale, assistenza sociale è mai stata conquistata senza la lotta e la partecipazione attiva, e spesso forzando la mano ai padroni, di chi lavora. Ora speriamo che ci restituiscano qualcosa, dopo avercelo tolto perchè non abbiamo saputo difenderlo?

Presidi, manifestazioni, libretti pubblicati e spediti, lotta virtuale al massimo livello consentito, contatti con innumerevoli membri del parlamento di maggioranza e di opposizione, Ordini del Giorno a nostro favore alla Camera ed al Senato, sentenza favorevole per 42 colleghi di Salerno, diffida legale al governo,  sciopero della fame …
nessun risultato!
Gli unici usciti sono con requisiti legge Fornero, Opzione Donna, salvaguardie per L104 usufruita nel 2011.

Dal 12 al 16 gennaio presidio permanente a Montecitorio dei precari che hanno lottato con noi il 29 agosto scorso.

Dobbiamo esserci anche noi!

Sosteniamo la nostra richiesta di riapertura, dopo il 15/1, di Istanze Online per i dannati del lavoro forzato, partecipando al presidio.

Ieri, 14 gennaio incontro, di una delegazione di Q96 con la segretaria di Faraone, Leoni, a breve un report dell’incontro.

Franco

Questa ulteriore iniziativa (vedi link sotto) che potrebbe dare un senso alle richieste politiche/parlamentari, in quanto stabilirebbe in via inequivocabile i costi anno per anno, sarà concessa senza una adeguata lotta di sostegno?
Ad ogni modo il 10/1 le firme, al momento 630, saranno inviate.

Firma anche tu per far aprire al MIUR una sessione di Istanze On Line per i Quota96

fame_small(Clicca per ingrandirla)

Salatore_s
(Clicca per ingrandirla
)

Le immagini fatte a Salvo a Roma, secondo il copyrigth, sarebbero dell’Humanité.fr … ma io adotto il copyleft e non chiedo nulla a nessuno😀

Dopo il 14 novembre

roma_14-11_t

E adesso? … é finito il tempo della rivendicazione settoriale, del diritto del piccolo gruppo, dell’errore che va corretto ma che è solo un tassello della lotta generale contro il Governo Renzi, contro il Jobs Act, contro La Buona Scuola … continua a leggere

La conferenza del 13/11 Quota96 alla Camera
(Vedi filmato dal sito della Camera dei Deputati)

Giovedì 13 novembre, Camera dei Deputati
Conferenza stampa Quota 96 dalle ore 16:30 alle ore 17:30.

L’ufficio stampa manderà un comunicato alle agenzie accreditate a Montecitorio … ma voi colleghi romani chiedete l’accredito e partecipate alla confertenza stampa, sostenete Francesco, sotto il suo numero di cellulare per avere delucidazioni su come avere il passi entro le ore 12:00 di mercoledì 12 novembre.

A Roma coordinano le iniziative Quota96 Cobas e
Francesco V.

 Il manifesto dello Sciopero Generale del 14 novembre,
generale … non solo del comparto scuola.

Nella parte della piattaforma propositiva ci siamo anche noi  quota96

(salva, stampa e diffondi)

roma8_11

Roma 8 novembre 2014

Almeno l’autoironia non ci manca!

A Roma dal 5 al 14 novembre

scarica e diffondi il documento

  • incontri con i parlamentari di opposizione … ed anche di maggioranza, disposti a presentare un emendamento su quota96
  • eventuali iniziative eclatanti al MIUR  …. sciopero della fame ….
  • richiesta Es. Nazionale Cobas al MIUR, come dichiarato da Giannini sul numero esatto dei Q96 per l’esatto costo dell’emendamento.

Le riflessioni di Patrizia spingono ad uno sforzo mentale non da poco. La legge di stabilità nei suoi accenni di oggi 16 ottobre obbligano ad una risposta:
180 miliardi stimati (dati 2011) di evasione danno sulla LdS 2014 una stima di recupero di 3,8MLD uno 0,5% dell’evasione. Il regalo di circa 10 MLD per commercianti ed imprese, detassazione, prosegue la strada della scelta di campo di Renzi. Il TFR in busta tassato al 23/28% invece che all’11% (per il privato il TFR del pubblico invece è trattenuto ed usato come spesa corrente) Il protrarsi del blocco dei contratti del pubblico  (escluse le forze dell’ordine) provoca un peggioramento del nostro potere  di acquisto del 5%. Il comparto scuola risparmierà sui salari dei colleghi delle superiori 150 MLN per l’esame di maturità … e 200 MLN vanno alle scuole private.

Che dire, lo scontro sociale si accentuerà?
Non lo so, lo sciopero generale dei sindacati di base del 14/11 è stato rotto dall’anticipo al 24/10 dell’USB e CIB-UNICOBAS. La CGIL, rimasta con il cerino in mano, per non lasciare la piazza a Landini, manifesta il 25/10, senza sciopero🙄 .

Siamo messi male … ma non possiamo mollare, per noi, per la scuola bene comune, per le residue libertà e per i residui diritti dobbiamo lottare, dobbiamo scendere in piazza in ogni occasione. Ognuno scelga a seconda del suo impegno ideale ma Renzi deve essere fermato!

Il Pretino e la Baldracca
di Dario Fo

 Renzie chi?

Leggi e guarda il suo discorso … penoso il suo inglese, le sue riforme? supercazzole prematurate

Dobbiamo cacciarlo, con la lotta!

 Il Report sul Presidio del 30/9 a Roma

 10 ottobre
SCIOPERO GENERALE
della Scuola

sciopero-ottobre14-piccola

Leggi il Comunicato stampa Cobas

Per chi avesse riposto nelle promesse renziane qualche aspettativa di provvedimenti governativi per Q96, si metta l’animo in pace …
… chi ha intenzione di continuare a lottare, trovi da questa nuova buffonata nuovi stimoli:

Intervista a Piero Bernocchi su: La Buona Scuola (testo in .pdf) Commento ufficiale dei Cobas
http://youtu.be/0Em2OVbigtw

 … il nuovo percorso che spero possa essere unitario sulle iniziative, soprattutto visto il risultato della giornata di lotta del 29 agosto.
Comunicato Quota96 Cobas

  1. Il primo passo è che al primo collegio si dichiari la propria indisponibilità a collaborare con la Scuola e la sua dirigenza attenendosi solo a quanto prescrive il Contratto Collettivo Nazionale tutt’ora in vigore.
  2. Iniziative di lotta sui territori (vedi 1, 100, 1000 Carla)
  3. Proviamo una manifestazione unitaria Quota96 e Precari entro la fine di settembre accodandoci ad una delle loro?
  4.  … siamo … al lavoro per altre proposte innovative e manuale di non collaborazione.

Il 10 Ottobre SCIOPERO GENERALE della Scuola

L’intervento del giudice  Ferdinando Imposimato, presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione.

La grande manifestazione in Piazza SS Apostoli ed il presidio con flashmob a Piazza MonteCitorio del pomeriggio,  e attorno a Palazzo Chigi …

(anche con il busker percussionista finale  … grande!)

Il 29 agosto tutti i Quota 96
a Roma,
Piazza Santi Apostoli

Il Comunicato Ufficiale dell’indizione della manifestazione (leggi)
Lo striscione unitario:

QUOTA 96 E PRECARI SCUOLA UNITI NELLA LOTTA
DIRITTO ALLA PENSIONE – DIRITTO ALL’ASSUNZIONE

S U B I T O !

Adesione e sostegno da FLC CGIL alla nostra manifestazione unitaria.

USI-AIT, il sindacato anarchico ci sarà:
Giuseppe Alex Marte
Ci saremo come Usi, anche se in pochi, sia per dare la nostra solidarietà che per proporre una riunione unitaria per organizzare uno sciopero nazionale tutti insieme, anche con gli studenti, per il 10 ottobre…
Dal manuale del manifestante😆
portare un lenzuolo bianco per il flashmob e due cartelli A4 collegati da due fettucce da poter indossare uno sul petto e l’altro sulla schiena, a mo’ di uomo/donna sandwich, stampando …
questo file cartello.pdf

lo spostamento dal Pantheon è dovuto al numero dei partecipanti. La piazza che ci hanno concesso è lontana ed isolata dai luoghi della politica e ci hanno pure negato di poter andare a Monte Citorio … unica concessione 30 manifestanti scortati dalla polizia  … ma potrebbero aggiungersi tanti altri che casualmente sono li attorno.

(leggi il volantino di convocazione della manifestazione)  … mancano 3 giorni  …

Nel menù in alto sopra il logo la nuova pagina per discutere della Manifestazione Unitaria del 29 agosto.
(leggi l’appello per organizzarla al meglio)

 Il blog resterà aperto fino alla soluzione di quota 96 …

… ed anche dopo😉

Comunicazioni e report delle azioni e dei contatti che stiamo continuando a tessere in primis con i comitati precari, saranno pubblicati per la discussione e organizzazione della strategia e delle tattiche di lotta per il prossimo futuro. Se concorderemo azioni con altri gruppi lo comunicheremo prontamente,  sperando di  potervi dare più tempo per migliorare l’organizzazione.

L’8 agosto, una delegazione, decisa il 7 in piazza, è stata ricevuta dal Dott. Luciano Chiappetta al MIUR si sono alcune novità importanti.

leggi il comunicato ufficiale della delegazione ricevuta

La nostra rabbia a Monte Citorio!

Grazie a tutte e tutti i lavoratori della scuola di ieri di oggi e di domani che ieri 7 agosto hanno manifestato  Sapevamo che non poteva esserci alcuna novità, sapevamo che eravamo li a testimoniare la sonfitta, sapevamo che i rappresentanti del PD non sarebbero venuti in piazza a mostrare la loro faccia.
Boccia, Damiano, Ghizzoni, Incerti e gli altri ex-compagnucci hanno votato la fiducia al loro leader maximo che impera indisturbato.

Il boyscout di Licio Gelli continuerà a far danno!

Ribadisco che dobbiamo continuare la lotta fino alla  … pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.
Intanto ricordo a tutti gli imbonitori del PD & company che ci hanno preso per il culo per 31 mesi, che se non fanno tirar fuori il grano al MEF …

Pagherete caro, pagherete tutto!

Hay que llevar la guerra hasta donde el enemigo la lleve: a su casa, a sus lugares de diversión; hacerla total. Hay que impedirle tener un minuto de tranquilidad, un minuto de sosiego fuera de sus cuarteles, y aun dentro de los mismos: atacarlo dondequiera que se encuentre; hacerlo sentir una fiera acosada por cada lugar que transite. Entonces su moral irá decayendo.”

Dal messaggio alla Tricontinental, Ernesto “che” Guevara

Avevamo chiesto chiarimenti ai parlamentari di tutti i gruppi firmatari l’emendamento al DL 90 detto quota96 con una lettera (leggi)

A tutt’oggi non hanno risposto.

Il testo è al senato (qui potrete seguire i lavori che riguardano la conversione del DL 90) dove il percorso, che sembrava più liscio dell’olio, si complica tutti sapete delle dichiarazioni di Cottarelli, Padoan fa ripartire all’attacco i sui carcerieri del MEF e RdS,  Forza Italia forte del rinnovato abbraccio Renzi Berlusconi rialza con Brunetta il tiro (🙄 rialza?) … non c’è da stare tranquilli … e farci conoscere anche al senato no? Tatjana ed altri propongono email e bombardamenti via twitter io preferisco di persona

Pubblicata la legge su cui il governo ha chiesto ed ottenuto la fiducia, il nostro emendamento, votato dalla commissione bilancio, nonostante il parere sfavorevole del Governo rappresentato da Legnini (Legnini chi? Giovanni Legnini (PD)  Sottosegretario di Stato al Ministero dell’economia e delle finanze con delega ai profili finanziari) per il MEF (Padoan) non mi pare sia diverso da come prospettato .

Stasera alle 22:00 appuntamento online per vedere  cosa dicono e come votano, se non mi addormento prima, commenteremo assieme in diretta.

La Commissione Affari Costituzionali ha partorito in abbondanza … sono due gli emendamenti approvati l’1.08 prima firmataria Ghizzoni e l’1.050 a firma Centemero (leggi il resoconto da pag. 56). L’emendamento, che reca fra parentesi la scritta modificato, mi pare lo stesso se non per un comma 3 bis che recupera le colleghe che avevano scelto l’opzione donna dopo la stangata del Salva Italia, cosa positiva, permane il sequestro del TFS.

Io non ho proprio voglia di leggerli, aspetto, come ho già scritto, di leggere quanto sarà  pubblicato in Gazzetta Ufficiale.

L’On Ghizzoni ci ha già pensionati, Grazie Manuela, ma altri esponenti PD , fra cui l’On Damiano, che sul suo sito fa un titolo sul suo sito per cui toccarsi è il minimo , fanno allusioni al MEF che deve ancore dare il via libera alle coperture individuate …

Il 22/7 alla camera hanno lavorato fino a tardi ed alle 03 (festa elegante prima?) hanno stilato il calendario dei lavori per 23/7 (leggi) ma la I commissione non ha trattato gli emendamenti che ci riguardano e neppure la V commissione (la bilancio presieduta da Boccia). Chi avesse voglia e tempo legga il resoconto … 270 pagine. Il 24 nulla …
Oggi 25 luglio dicono che esamineranno il nostro emendamento, i lavori della Commissione dovrebbero iniziare alle 10:00

L’approdo alla Camera per la conversione in legge del DL 90  slitta dal 14 al 22 luglio (fonte il Messaggero online) …

Ma non va bene neppure così, a loro sembra troppo presto: la calendarizzazione della discussione alla Camera anche il 23 è impegnato e non si sa quando il voto dell’aula.

il 15 i precari della scuola saranno in sit in a Montecitorio se ci fossero anche dei quota96 scuola non sarebbe male … (Leggi il resoconto)

L’emendamento presentato da Boccia

… ma la Madia ci fa subito una doccia
GELATA
CVD la copertura è tutt’ora un problema.

Il PD promette …  ma nel frattenpo noi non molliamo l’osso!

oggi 7 luglio Poletti a Lecce ha ricevuto una … calda accoglienza:

siamo reduci dall’incontro con il min. poletti; previsto per le 9.30, per motivi di trasporto si è tenuto alle 12.45 (lascio immaginare la fatica e la rottura sotto il sole in una giornata afosa, in compenso abbiamo familiarizzato con dirigenti digos, polizia e carabinieri informandoli della nostra assurda situazione. ci siamo trovati in 5 di Lecce e Marco di Brindisi. Alla mia domanda: “qual’è la posizione del governo anche alla luce delle recenti notizie apparse sulla stampa?” ha risposto: “il presidente della Commissione (Boccia) ha dichiarato di aver trovato le risorse, presenterà l’emendamento e, se le risorse ci sono il governo non ha motivo di opporsi”

Salvatore e Marco

Ieri 6 luglio, Venere Anzaldi è andata a Terrasini ad incontrare Reggi e Malpezzi. Il resoconto:

Abbiamo incontrato il sottosegretario Reggi, prima che iniziassero i lavori, un’interlocuzione in pochi minuti e che dalle sue battute abbiamo capito che su quota 96 non se ne occupa direttamente. Ci ha riferito quanto dichiarato da Boccia in aula il 3 luglio, abbiamo ribattuto che ormai tale dichiarazione è di dominio pubblico e quello che ci interessa capire  è se il miur spingerà nei confronti del Mef per il reperimento delle risorse visto che ancora non è chiaro dove prenderle. Rispetto a questa richiesta ha risposto che era compito della commissione bilancio. Era presente anche l’on Malpezzi la quale ci ha detto che per il Pd è lei la referente per q96 , e che possiamo contattarla per essere informati sui vari passaggi. E’ stata abbastanza ottimista, non ci dovrebbero essere ostacoli  per l’emendamento al decreto Madia che  è già stato depositato in commissione affari costituzionali ed il parere è positivo. “Ci stiamo lavorando per licenziare il provvedimento entro il 13 agosto 2014 e dare tempo agli UST di pensionare i 4000 docenti e ata”.Ha sottolineato che la vicenda è stata presa a cuore anche  da Delrio per cui dovremmo fugare le preoccupazioni. Anche Mila Spicola nel salutarla mi ha riferito dell’interesse di Delrio indotto dalle sue continue pressioni.

Penso che è difficile dopo un anno di veti e rinvii stare “sereni” la certezza delle risorse non c’è e l’on.le Boccia deve ancora  chiarire dove reperire le risorse. Invito tutti a essere vigili e continuare a far sentire il nostro  fiato sul collo di chi fino adesso ha fatto solo promesse.

Venere Anzaldi

Ora che fare?

… su questo ho e avrei molto da dire ma le soluzioni individuali o di piccoli gruppi non coordinati da una strategia ed una tattica che abbia un minimo di uso dei rapporti di forza non hanno senso.
Nel breve periodo dobbiamo coordinarci e sfruttare tutte le occasioni che le feste del PD ci offrono, dobbiamo braccarli, come abbiamo fatto al tempo di Profumo e Carrozza, portare la lotta dove loro si sentono sicuri. L’individuazione degli obiettivi deve essere prioritaria: Renzi, Poletti, Padoan, ma soprattutto Reggi, Guerini, Serracchiani oltre, specifico per noi, la Giannini se resterà al suo posto e … vi resterà fino al compimento del lavoro sporco, se non saranno 36 sicuramente 24. (La cancellazione della terza fascia, graduatorie d’istituto, vuol dire che i lavoratori a tempo indeterminato dovranno coprire le supplenze brevi).

Con chi?

Coordinamenti con i ferrovieri e gli esodati saranno presto attivi per intervenire in gruppetti di “contestatori” alle varie feste estive in cui lor signori cercano “clientes”. Per la Giannini e Reggi più gli altri obiettivi PD, Malpezzi e Faraone sottosegretari. Più difficili da trovare in pubblico e in occasioni come le feste del PD o Unità, i sottosegretari D’onghia e Toccafondi, magari li trovate nelle parrocchie o scuole private confessionali chi li frequenta.

Vada come vada, un grazie enorme a SEL

SEL_3-7Non posso non ringraziare anche il M5S

 Lunedì i quota96 Cobas sulla pista di Poletti a Lecce

Le giornate del 2 e 3 luglio, il presidio con Comitati Esodati e ferrovieri che potrebbe aver dato la spallata giusta e smosso dall’immobilismo il PD:

Proprio ora stanno discutendo gli emendamenti alla 224 la litania dell’Onorevole Maria Luisa Gnecchi “Invito al ritiro o parere contrario” di tutti gli emendamenti” …

Il resoconto stenografico (dal sito della Camera il pdf scaricabile) della giornata di oggi (3 luglio) alla camera … letto e riletto , resto del mio parere, anche se spero vivamente di essere smentito.

Il comunicato di quota 96 Cobas, abbiamo atteso l’esito della discussione parlamentare in quanto la proposta dell’opposizione SEL e M5S a cui si era aggiunta Forza Italia avrebbe portato alla soluzione in tempi brevi, ora siamo di nuovo nelle mani del Governo e della RdS. Stamani alle 6 Francesco Martino è salito su un treno da torino destinazione Roma. L’incontro richiesto con i Comitati Esodati  ed i Ferrovieri era stamani alle 10:30 Baretta non sa nulla di coperture … ed ha risposto con frasi di circostanza senza affermare o negare nulla.

Se Boccia, il signor Costi quel che costi ha detto che ci sono ci saranno  …. stiamo sereni ….😈

 Che dire su ieri (2 luglio), nulla … come è il nulla di questo governo nel risolvere i problemi, tutti.

Ascoltate Annalisa Pannarale e Giulio Marcon in aula nel pomeriggio, dopo gli incontri con noi in piazza:

Avete mai sentito in parlamento un intervento dello stesso tono dall’On. Ghizzoni?

Domani 2 luglio ci sarà un servizio in diretta dalla manifestazione su RAI 3, Agorà, in diretta da Piazza Montecitorio dalle 8:00 alle 10:00

La manifestazione è anticipata di un’ora.

Diffondiamo il comunicato stampa ufficiale dell’incontro con il ministro Poletti.
Il documento sottoscritto da 422 colleghi è stato consegnato ma non abbiamo ottenuto alcuna soluzione per quota96 e ferrovieri. La conferma di Poletti è solo sulla sesta salvaguardia ma senza alcun cenno al momento di soluzioni strutturali per gli esodati.
SEL, contattata ieri, nelle persone a noi più vicine, Airaudo e Marcon, dice che gli emendamenti sia all’emendamento governativo che ammazza il PdL 224 (il 249 Ghizzoni-Marzana, invece, è già putrefatto) che al DL 90 Madia non saranno accettati e che se lo fossero, il governo chiederebbe la fiducia sui testi originali. Ne discuteremo in piazza il 2 luglio con loro.
Le voci di manovra correttiva a fine anno, visto i dati ISTAT sulla crescita – … eufemismo per deflazione – del PIL, si fanno più forti e precise, per quota 96 il governo Renzi ha ormai deciso :

“Intanto voi lavorate un altro anno!”


Fino a quando sopporteremo tutto ciò?

Mercoledì 2 luglio in piazza a Roma facciamo sentire la nostra rabbia!
Basta rassegnazione …

Roma 2 luglio:

 con il Comitato Esodati, Ferrovieri Ancora in Marcia,  RSU contro la riforma Fornero,
orari e luoghi delle manifestazioni

  •  a Montecitorio dalle ore 9:00  alle 12:00 ,
  • al MEF via XX settembre   dalle 12:00  alle 16:00 ,
  • il presidio al Ministero del Lavoro, visto l’incontro avuto con Poletti, e visto che la discussione in aula alla Camera è nel pomeriggio, è revocato. Dalle 16:00  alle 18:00 saremo ancora a Montecitorio

chiediamo una soluzione GIUSTA e definitiva per gli Esodati per i Ferrovieri e per i Quota96 della scuola senza ulteriori rinvii.

Roma 2 luglio,

I quota96 Cobas aderiscono all’iniziativa e sono fra i firmatari del documento (leggi) inviato ai ministri Poletti e Padoan, abbiamo ottenuto un incontro con il Ministro Poletti, della delegazione farà parte Venere Anzaldi Quota96 Cobas.

Abbiamo due giorni in più per aumentare le adesioni, potete sottoscriverlo scrivendo a:

francomartino(at)libero.it, quota96(at)facebook.com (leggi e scarica il documento le firme aggiornate al 30 giugno)

Consiglio dei ministri il 20 giugno … decideranno qualcosa per noi quota96?

 “Manco po’ cazzo …

Leggete la convocazione del Consiglio dei Ministri n. 21

Ci sono molti di noi che si sono rassegnati, altri chiamano lottare un cinguettio, definito molesto anche da alcuni parlamentari, alcuni che continuano a scrivere, chi implorando, chi, dignitosamente, facendo presente le nostra situazione, altri ancora imprecano, e mi fanno venire in mente De André, ma solo nel gruppo chiuso di una pagina virtuale ma di lottare veramente, di collegarci a precari, esodati e RSU che lottano contro la riforma Fornero non se ne parla.
Illudersi e sperare che per la loro bontà i parlamentari, quelli del PD, convincano il governo a liberarci è una pia illusione.
Il nemico va braccato, stanato, messo in difficoltà. Il nemico è il governo Renzi che impone le stesse idee liberiste che proponevano Berlusconi, Monti, Letta.
Solo se hanno paura per il loro potere fanno qualcosa … rimediano, per i carcerati rimediano, hanno paura delle sanzioni dell’Europa, noi non facciamo sufficiente paura per porre rimedio al diritto di cui siamo stati derubati.
I disoccupati fanno paura ed allora Renzi sposta il Vertice di Torino (Leggi comunicato stampa)

Vogliamo  andare in pensione? Facciamo paura al nostro nemico!

Lascio sotto una esemplificazione vecchia ma sempre valida:

Lo diciamo da sempre chi è il “nemico”: il governo

… o meglio tutti i governi responsabili dell’orrore Fornero, da Monti in poi, due governi a targa PD, Letta prima ed ora Renzi.
Ebbene ora cosa vi aspettavate?
L’anno mancante, il 2012 che non ha permesso il nostro pensionamento, è stata precisa volontà del Governo. Lo dichiarammo l’anno scorso, avendo avuto la  diretta ammissione del Dott. Luciano Chiappetta in uno degli incontri che tenemmo al MIUR come Cobas assieme agli inidonei. Il funzionario MIUR dovendo riproporre nella circolare del pensionamento 2012 la stessa data dell’anno precedente per la maturazione dei requisiti (31/12/2011) chiese una interpretazione autentica e per fare cassa gli dissero di ignorare l’errore e tirare dritto.
Mi pare chiaro che adesso l’unica strategia, se domani non sanano l’errore, sia la lotta dura ovunque un esponente del governo si affacci, con cartelli e non solo …
devono sentire sulla loro pelle tutta la nostra rabbia.

 Il Governo dica a chi?

Lei, ONOREVOLE GHIZZONI, dica a tutti noi!

… perchè lei è una componente del partito che esprime il capo del governo, lo rappresenta, vota ed ha votato la fiducia in tutte le votazioni in cui Monti-Letta-Renzi la hanno richiesta, compresa la Legge Fornero, quindi nella sua correttezza di “yeswoman” dica, una volta per tutte cosa ha intenzione di fare il Governo sulla questione  di Quota 96.

Notevole la boutade, espressa sulla sua pagina Facebook, del ForzaItali(ot)a Galan (un Profeta ho sentito dire che è molto vicino a Mose … ma forse il profeta si chiamava Mosé)  nel dichiarare l’ovvia inammissibilità, viste le norme emanate di recente sui DL Omnibus, (di cui vi avevo immediatamente avvertito n.d.r.):
“… vi comunico che entro stasera presenterò una specifica proposta di legge atta a modificare la normativa che vi interessa indicando come copertura non l’ennesimo scempio di tassazioni folli, bensì, ponendo fine ad un’anomalia normativa del nostro ordinamento relativa all’esenzione IVA per i prodotti di “posta massiva”, qualora praticati dal Fornitore del Servizio Universale (Poste Italiane).”

Era quello che ci mancava! una nuova PdL … così da rifare un po’ di iter nelle varie commissioni Cultura, Lavoro … e arrivare alla bilancio dove i soliti Legnini o Baretta ci diranno che riferiranno il 30 febbraio … del duemilamai.

Oggi (15/06/14 ndr) a Modena pioveva, l’On. Manuela Ghizzoni non avendo altro da fare, si è cimentata in un saggio su quota96

La Fornero risponde ad una docente quota96:

Se il parlamento avesse voluto, avrebbe potuto cambiare alcune cose, come quella sugli insegnanti. Non è stata una crudeltà voluta, come certa stampa vuole far credere, ma un aspetto che non mi era stato fatto presente. I politici hanno invece preferito, almeno fino a ora, e cinicamente, lasciare tutto com’era e dare la colpa a me.

Chi sia la Fornero, il rapporto che può esserci fra chi lavora e chi affama e distrugge il popolo lo ha ben reso Francesco sul suo Blog
Il comunicato stampa Quota96-Cobas

 Come volevasi dimostrare … Inammissibili Tutto il resoconto riguardante la discussione del DL58 Quanto ci riguarda in VII Commissione, pag 71 e 72

L’On. Ghizzoni scrive sul suo blog:

… Ma il tempo sta davvero per scadere. Il Governo ci dica chiaramente se vuole risolvere questa questione.

….

Buona la riuscita del presidio odierno con molti colleghi da molte parti d’Italia. La piazza a Montecitorio era molto calda anche per il presidio dei collettivi per la casa vista la discussione in parlamento del piano casa e gli slogan erano durissimi contro il governo Renzi. Una parte dei compagni di Quota96-Cobas si sta portando a Via Veneto al Presidio delle RSU contro la riforma Fornero per stringere alleanze e trovare date di lotta comune. Io stasera vado ad incontrare il Viceministro dell’Economia Morando a Pisa. Rientrerò molto tardi, gli aggiornamenti a domattina.

Dopo la conferenza stampa di ieri (guardala su Youtube), è evidente la sensazione che possiamo contare fattivamente solo sull’opposizione (M5S e SEL). Il Governo con i suoi partiti parla solo per prendere tempo. E’ in atto una lotta elettorale nelle correnti democristiane … scusate, volevo dire interne al PD e in NCD,  la conferenza stampa di SEL ha fatto accorrere in sala l’On. Ghizzoni e Damiano (Sinistra PD : roll: ma esiste?) che hanno conferito con i nostri esponenti, continuando a dire che è l’esecutivo che non vuole dare il vias al nostro pensionamento . Nel pomeriggio Damiano e Boccia emanavano la  richiesta (visualizzala nel browser) a Renzi, Padoan e Poletti.

Traete voi le conseguenze sul PdL Ghizzoni-Marzana, che non entrerà nel Decreto scuola (a detta dell’On. Ghizzoni per mancanza di tempo, secondo me per mancanza di volontà politica nella maggioranza governativa del PD) che è in scadenza il 7 giugno e deve ancora avere un passaggio alla camera, se fosse modificato dovrebbe ripassare nuovamente al senato.

Iniziative prossime 15 e 16 maggio:

  • Venerdì 16 maggio 2014, ore 14:00, presidio, evento, spettacolo in Piazza Montecitorio partecipiamo numerosissimi! (leggi).
    Abbiamo cominciato a tessere una tela che ci unisce al Coordinamento delle RSU contro la riforma Fornero (leggi)

Cari parlamentari di governo che avete votato la modifica da REPERIRE A RIFERIRE , vogliamo sapere quando esaminerete il PdL 249 per procedere e trasformarlo in legge valida per mandarci in pensione … quando?

L’On. Ghizzoni ci informa che tutto è fermo, e non dice niente riguardo all’invito ricevuto per il 15 mattina … non ce ne po’ fregà de meno:

Domani 15 maggio alle ore 9:00 Ritrovo in piazza Parlamento n.24 (sciopero mezzi permettendo), alle 10:00 incontro con i deputati del M5S delle commissioni interessate presso il Palazzo dei Gruppi Via Uffici del Vicario n.21. Alle ore 11.30 conferenza stampa presso la sala stampa della Camera (entrata da Via della Missione. Gli uomini devono indossare la giacca). Al momento, se non con l’esternazione che ho riportato sopra, nessuna notizia dall’On. Ghizzoni e dall’On. Damiano.

Franco V. ha preso contatti con Fabrizio ( RSU contro la Riforma Fornero) per il 16 con adesione reciproca alle iniziative. Uscirà un loro comunicato stampa. El pueblo unido jamàs serà vencido!

  • 15 maggio ritrovo Piazza del Parlamento n.24 ore 9:00
    alle 10:00 incontro con i parlamentari del M5S
    (vedi sopra per il luogo);
    ore 11:30 Conferenza stampa con SEL (vedi sopra modalità e luogo).
    (Lettera di richiesta incontro, I conti) chi volesse partecipare chiami Franco V. per tempo al 3496939187

Il boicottaggio delle prove INVALSI ha avuto un successo superiore alle aspettative, grazie anche agli studenti che hanno lottato con noi, dobbiamo continuare la lotta perchè gli obiettivi di spalla a questo sciopero si realizzino:

  • Contratto e scatti;
  • Scuola pubblica bene comune NO ai finanziamenti alle private;
  • Assunzione di tutti i precari su tutti i posti liberi
  • Gli studenti al centro dell’insegnamento NO ai BES e classi pollaio
  • Cancelliamo la Fornero e … PENSIONE per Q96

Il 13 maggio SCIOPERO GENERALE,


dopo il successo di adesioni del 6 e del 7, per l’infanzia e la primaria, il 13 tocca alle  medie e alle superiori:
L’ultimo punto ci riguarda tutti!

13-5_Cobas

Nuova esternazione dell’On. Ghizzoni che risponde alle richieste dei quotisti a lei devoti, ribadisce che stanno tutti lavorando come matti per risolvere il problema … ma i cattivi sono dentro al MEF … lo scaricabarile continua. Dentro il barile, sballottato da 28 mesi fra le promesse elettorali del PD, i costi quel che costi di Boccia, i PdL che non diventno mai legge, ci sono 3976 persone.

L’On. Ghizzoni ripropone iniziative parlamentari che sanno tanto di presa per il culo, meno male che non ci ha detto di stare sereni!
Sono tutti attivi per risolvere il problema … si, lo sapevamo che vi sareste fatti vivi in occasione delle elezioni, lo mettererete nel programma del PD per le europee? Il PD pare sempre più il covo di serpi che era la DC, qualche differenza? … forse non ci sono dentro fascisti dichiarati come invece c’era dietro lo scudo crociato … o no?
Per il 1° maggio, visto che sicuramente non sarò nella stessa piazza con lei o altri del PD, che agisca invece di parlare senza portare a casa alcun risultato come sta facendo da 27 mesi.

Ultime notizie …  leggo sulla pagina facebook del CCQ96 che Boccia ha twittato:
In risoluzione #DEF votata#opencamera ok #quota96scuola. Ora via libera a PdL
@ManuGhizzoni pensione 4000insegnanti, ingresso 4000giovani

Leggo, inoltre, che molti stanno già brindando alla pensione dal 1° settembre …io vedo una strada ancora lunga il PdL 249 per essere legge e mandarci in pensione prima deve essere calendarizzata nella commissione Bilancio, poi tornare alla Lavoro, essere calendarizzata o in aula o , per non passare dall’aula, essere approvata in sede legislativa, ricordo che per la sede legislativa maggioranza bulgara e non ci deve essere alcun ostacolo dal governo. Dopo che il PDL è stato approvato dalla Camera deve fare lo stesso iter in senato e passare senza che neppure una virgola sia cambiata. Dopo va da Re Giorgio, detto il firmatutto, speriamo che la firmi subito e venga promulgata poi viene pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale e dopo il MIUR deve fare la circolare applicativa per mandarci in pensione riaprendo le domande o On Line o cartacee … se siamo più di 4000 come recita il PdL stabilire una graduatoria dei 4000 che hanno più anzianità … e qualcuno potrebbe restare fuori.

Ecco il testo dal sito della Camera, quanto ci riguarda lo puoi trovare con il trova del Browser, ricercando quota 96. Compare in due emendamenti:

a provvedere, per quanto riguarda la riforma del sistema previdenziale, alla soluzione del problema dei cosiddetti «esodati» e, per il settore della scuola, dei lavoratori cosiddetti «quota 96» e in prospettiva a valutare la reintroduzione di meccanismi di flessibilità di uscita rispetto ai nuovi limiti anagrafici, attraverso un sistema di incentivi e disincentivi; (6-00066)«Speranza, De Girolamo, Andrea Romano, Dellai, Pisicchio, Di Lello». …
… a modificare la controriforma delle pensioni Fornero e risolvere il problema per tutti i cosiddetti «esodati», ad iniziare dai 4000 dipendenti scolatici («quota 96») che da oltre due anni chiedono di poter accedere al trattamento pensionistico sia di vecchiaia che di anzianità, in merito ai quali la Risoluzione 8-00042 approvata dalle Commissioni V e XI della Camera impegnava il Governo a reperire, nell’ambito del DEF 2014, le risorse necessarie; (6-00068) «Migliore, Marcon, Boccadutri, Melilla, Aiello, Airaudo, Franco Bordo, Costantino, Di Salvo, Duranti, Daniele Farina, Claudio Fava, Ferrara, Giancarlo Giordano, Fratoianni, Kronbichler, Lacquaniti, Lavagno, Matarrelli, Nardi, Nicchi, Paglia, Palazzotto, Pannarale, Pellegrino, Piazzoni, Pilozzi, Piras, Placido, Quaranta, Ragosta, Ricciatti, Sannicandro, Scotto, Zan, Zaratti».

L’On. Ghizzoni si rifà viva, bontà sua, con un post sul suo blog e scrive:

“a provvedere, per quanto riguarda la riforma del sistema previdenziale, alla soluzione del problema dei cd. “esodati” e, per ilsettore della scuola, dei lavoratori cd. “quota 96″ e in prospettiva a valutare la reintroduzione di meccanismi di flessibilità di uscita rispetto ai nuovi limiti anagrafici, attraverso un sistema di incentivi e disincentivi”.

Perché, ora più che mai, non possiamo mollare, pare che con l’approvazione del DEF:
debbano trovare la copertura e quindi dal rientro delle vacanza di Pasqua dobbiamo lottare e pressarli fino alla promulgazione del PdL 249 perchè i tempi siano così brevi da permetterci di andare in pensione dal 1° settembre prossimo … mancano 4 mesi e 14 gg … 146 giorni, 3504 ore … andiamo l’ultimo sforzo!
In attesa dell’organizzazione e di stabilire come lottare …dal 23/24 aprile, oltre a preparare le manifestazioni per il 25, potremo già discutere sui metodi di lotta, senza dimenticare che …

Il breve report del 14 aprile di chi era fuori del Palazzo è sotto, provate a leggere la trascrizione dell’audizione di Legnini.

Mi direte che manca… ecco cosa è pubblicato alla pagina del sito della Camera

  • Commissioni Riunite (V e XI)
    • lunedì 14 aprile 2014
      • Audizione del Sottosegretario di Stato per l’economia e le finanze, Giovanni Legnini, sulle iniziative adottate riguardo al reperimento delle risorse per il finanziamento di misure urgenti in materia di requisiti per il pensionamento del personale della scuola
      • Resoconto stenografico (testo ancora non disponibile)

Il problema è che gli altri resoconti delle audizioni sono stati, ad oggi 17/04, riportati tutti  … meno quello.

14/04/2014 ore 15:35. -In questo momento il gruppo di Cobas Quota96 è nell’ufficio di Boccadutri, ma sappiamo già che Legnini ha ribadito alle commissioni che non ci sono coperture alternative, confermando quanto detto da Baretta agli esodati sulle priorità da risolvere. La commissione ha chiesto che venga inserito un riferimento nella relazione di accompagnamento del DEF a Q96 per impegnare il governo a trovare una soluzione. La delegazione ha anche incontrato Caso e Marzana M5S, porteranno avanti con SEL, e penso il PD, il PdL con le coperture già individuate … ma che non saranno certificate dalla RdS … a voi le conclusioni non ci resta che radicalizzare la lotta il MEF dovrà riceverci presto!

 Ci prendono per il culo!

Commissioni congiunte: “Che scrivemo nella modifica, riferire o reperire?”
Governo: “Aho, ma che siete scemi, reperire vor di’ trovà, scrivete riferire che a promette semo bboni
e poi pe’ trovà c’è  … tempo, tempo d’arivà a settembre e po’ se ne riparla ne’ 2015 …”

Il testo ufficiale della modifica alla risoluzione, la discussione in commissione alla Camera

avete letto? … solo parole nel vento … Parole vuote di tutto l’arco parlamentare escluso il M5S … e il governo ha preso tempo …
ma noi quel tempo non lo abbiamo!

Le lotte già intraprese in tutta Italia:

Il Video dell’incatenamento a Moncalieri (TO) (youreporter) 20 marzo lo  stesso video dal sito di Francesco Martino, il volantino di Carlo M. sempre relativo all’incatenamento di Moncalieri.
Il Video di Palermo con il presidio alla RAI (youreporter) del 22 marzo (contributo di Domenico B. che ho caricato senza chiedere permesso, mi scusi Domenico), che, assieme al servizio del TGR Sicilia delle 19:30 di ieri, sono entrambi visibili alla pagina del sito di Francesco Martino. Diffondiamoli per stimolare altre lotte locali. Scarica e diffondi il volantino sui presidi regionali.
Per i 4 giorni di presidio a Roma Leggi in Old Stuf e negli articoli ancora in evidenza in Home Page.
La conferenza stampa congiunta Cobas Q96, Comitato Civico a Prato del 28 marzo. filmato da TV-Prato ospitata sul sito di Franco Martino
L’articolo de Il Tirreno

  Leggi la risposta di Francesco Martino al suo intervento del 25/03 al Pantheon

Li riaspettiamo fuori!
La lotta Continua!
dall’8 al 10 aprile in lotta!

Il report sulle giornate di lotta, le dichiarazioni di Baretta

SEL chiede formalmente che il governo riferisca alle Commissioni Riunite, l’On. Ghizzoni condivide ma non sa cosa ci sia nel DEF …

Noi sappiamo cosa fare domani 10 aprile dalle ore 14:00

Il governo prova a bloccare la risoluzione!

(Leggi Risoluzione  7-00313) presentata da Barbara SALTAMARTINI approvato dalle commissioni congiunte Mercoledì 26 marzo 2014, seduta n. 198. Già l’on. Ghizzoni aveva avvertito di un ritardo, poi Giulio Marcon ha avvertito con un SMS il presidio Cobas che la commissione aveva un’ora e mezzo di ritardo e che il governo non voleva che la commissione votasse la risoluzione.

Annalisa Pannarale, Sergio Boccadutri e Giulio Marcon  sono scesi alla fine della commissione e hanno fatto una relazione approfondita con i compagni Cobas che li aspettavano in piazza. Prima il governo ha cercato di prendere tempo con un rinvio a lunedì poi ancora ha cercato di modificare i 20 gg in cui avrebbe dovuto dare una risposta. L’intervento di SEL è stato duro e ha richiesto che la decisione fosse presa stamani. La risoluzione nuova, che mi perverrà a breve via email, ha fissato la copertura al provvedimento nel DPF (Documento di Programmazione Finanziaria) , che dovrebbe essere presentato entro il 15 aprile a Bruxelles. Una copertura nel DPF, una volta inserita, dovrebbe essere per noi una sicurezza, restano dubbi sulla durata dell’iter della legge, su cui vigileremo con fermezza, ma un passo avanti sembra sia stato fatto, grazie anche ai presidi e manifestazioni di questi giorni (TUTTE le manifestazioni) se un’unità, per la riuscita del nostro obiettivo comune (LA PENSIONE), si dovesse realizzare per organizzarci e controllare i tempi  di promulgazione della legge  249 sarebbe un enorme successo!
Intanto noi non molliamo la presa … e oggi:

Giovedì 27 dalle ore 12:00 alle 14:00

presidio e manifestazione per il pensionamento dei Quota96
e liberare i posti ai precari al  MIUR.

in collegamento con i precari della primaria e dell’infanzia per saldarci a loro
4000 pensionati = 4000 stabilizzati

Presidio permanente a Montecitorio!

Leggi il comunicato Cobas con il calendario delle lotte

E’ iniziato il presidio a Montecitorio,  presidiamo decisi il luogo della non decisione.

24/3  Il primo giorno di presidio è terminato alle ore 17:00 oggi non avevamo il permesso e abbiamo mantenuto l’impegno preso, …
25/3 Il presidio è iniziato già nella mattina con la caccia ai parlamentari della commissione bilancio, …
Continua a leggere
26/3 Mattina in sede Cobas a telefonare agli onorevoli di riferimento per contattare, indirettamente l’on. Baretta, nel pomeriggio presidio … leggi il report

La storia della via parlamentare del PdL Ghizzoni/Marzana

La calendarizzazione del Nuovo Testo Unificato, dopo qualche minuto dedicatogli l’8 gennaio è arrivato Il 15/01 in sede referente, sono stati presentati due emendamenti dall’On. Incerti e dal M5S. L’On Ghizzoni ci fornisce una scarna relazione. Il resoconto della seduta del 15 gennaio della Commissione Lavoro  .
VII Commissione Cultura martedì 28 gennaio  resoconto sui lavori del PdL Ghizzoni/Marzana.
Il Pdl sarà analizzato dalla commissione bilancio
il 5 febbraio, cambia il relatore, sarà l’On. Saltamartini🙄
Un rinvio  naturalmente, leggi quanti sforzi hanno fatto in commissione speriamo non gli venga un’ernia … la relatrice Saltamartini ci da una bella bastonata con una relazione  che dire suggerita dalla Rag. di Stato è un eufemismo. La V commissione Bilancio esaminerà nuovamente il PdL il 13 febbraio da evidenziare le elucubrazioni economiche sul nostro diritto, dal sito della camera. La vergogna del 13 febbraio: Modifica all’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, in materia di requisiti di accesso al trattamento pensionistico per il personale della scuola.
Nuovo testo unificato C. 249.

(Parere alla XI Commissione).
(Seguito dell’esame e rinvio).
La Commissione prosegue l’esame del provvedimento in oggetto, rinviato nella seduta del 5 febbraio 2014.
Il sottosegretario Alberto GIORGETTI, tenuto conto della particolare complessità rivestita dal provvedimento, ritiene opportuno procedere a un rinvio del seguito dell’esame, al fine di effettuare ulteriori approfondimenti.
Francesco BOCCIA, presidente, rinvia pertanto il seguito dell’esame del provvedimento in oggetto ad altra seduta.
La seduta termina alle 13.25. Calendarizzato per il 12 marzo la ripresa dell’esame del PdL 249 relatrice sempre la Saltamartini.

La Ghizzoni sul suo blog: “Fumata nera. E io sono nerissima” ma ci prendono per il culo questi parlamentari?
(leggi il resoconto della seduta della Commissione Bilancio)

Le comunicazioni, a senso unico, della “paladina” Ghizzoni

Gli ultimi post, piuttosto mosci devo dire, sono sui rinvii del nuovo anno … L’ultimo post di Manuela che non aggiunge novità oggi 5 febbraio inizia l’esame del PdL alla Comm. Bilancio … lo sapevamo … come sapevamo che ci sarebbe stato un nuovo rinvio. Ci terranno sulla corda fino a quando, le europee? le amministrative? Un altro passo … verso il 2015. La seduta è stata sospesa?🙄 mi pare che la Ghizzoni ci faccia la famosa supercazzola!
La brava Manuela continua con la supercazzola ed aggiunge lo scappellamento a destra con questo criptico post, sa benissimo che anche questa volta non ci sarà nulla per noi, ma continua a dividere e dare speranze. Secondo la Ghizzoni in versione domenicale martedì vogliono una risposta dal governo perché loro si sono stancati … noi no!

Abbiamo il terzo capo del governo consecutivo non eletto dal popolo. Con la crisi extraparlamentare ed il cambio di Governo per il Progetto di Legge 249


G A M E  O V E R


…  Introdurre un’altro gettone e ricominciare da capo

Antonio sul suo blog scrive solo di un rallentamento del percorso del PdL. Vedremo quando saremo calendarizzati e quale sarà la risposta, rimasta sospesa insieme alla seduta, del governo sulla copertura. Da far pesare ai parlamentari della commissione quanto scriveva Ivana sulla differente valutazione della copertura fra i 2500 della 104 e noi.

Comunicato stampa sull’incontro del 27/01/2014 fra Quota96 e Davide Faraone

Siamo qui, siamo tornati,
siamo ancora più incazzati!

La Ghizzoni s’incazza per gli attacchi più o meno velati di disgraziati che dire alla frutta è poco … non che io stia meglio …
Ancora Manuela pubblica le immagini che imputano all’INPS il ritardo di arrivo dei contieggi … sbagliati e il 10/12 ci dice che l’emendamento è inammissibile .. le solite cose. Il 12/12 invece ci dice che lotteranno fino a gennaio … intanto uscirà la circolare del pensionamento … Ieri, 18/12 ci fa  … gli auguri di Natale, soffiando sulla cenere della sentenza della CC, per far riardere qualche tizzone dei suoi fan ormai un po’ delusi.

Ma sono pazzi????

Il 18/12, con una mezz’ora  di lavoro per due progetti di legge in sede referente, ci sistemano con un ulteriore rinvio a gennaio (leggi il testo della seduta pag 118 e seguenti). Producono un Nuovo Testo Unificato che vi consiglio fermamente di leggere … Pensavo che la scuola facesse diventare pazzi  … ma anche chi siede in parlamento subisce una forte nocività … TSO per chi approva una legge così! Non siamo parlamentari che penalizzano i comuni che contrastano il gioco d’azzardo, noi siamo docenti e loro vogliono un gratta e vinci!

Venerdì 17 gennaio 2014
Convegno CESP a Roma e poi assedio/presidio al MIUR

Tutti i file da scaricare e le istruzioni per partecipare nella pagina aggiunta al Menù

Da scaricare e diffondere in tutte le scuole:
Volantino su Scatti Cesp e Presidio, Iscrizione al CESP; Programma CESP

L’XI Commissione si riunirà  il 10 dicembre  per proseguire l’esame nuovo testo unificato.
(leggi il PdL All.1 pag. 243) (vedi la calendarizzazione del 10/12)
Oggi ci hanno liquidato, insieme ad una proposta della Polverini sulla rappresentatività, in 10 minuti con rinvio al 12/12
Il 12/12 non hanno pubblicato alcun resoconto. La nuova calendarizzazione in commissione per il 18/12 il ping pong continua dopo il comitato ristretto ora tocca alla sede referente …

La Corte Costituzionale:

Manifesta inammisibilità

E’ uscita la sentenza della corte O. 318/2013 del 10/12/2013 Udienza Pubblica del 19/11/2013, Presidente: SILVESTRI, Redattore: MATTARELLA
Norme impugnate:
Art. 24, c. 3°, del decreto legge 06/12/2011, n. 201, convertito con modificazioni dall’art. 1, c. 1°, della legge 22/12/2011, n. 214. (leggi la sentenza)
L’ho letto, ma ci vorrebbe qualcuno che ne capisse di diritto borghese … io non sono attendibile.

10/12/2013 – Più che riprendere il filo … interrotto, diciamo che uno si è spezzato.
Uno dopo l’altro gli appuntamenti che si ponevano come soluzioni istituzionali, demandati alla politica, ai parlamentari che ci hanno sostenuto o detto che ci avrebbero sostenuto, non hanno dato esito … da due anni, dal milleproroghe alle leggi di stabilità, con le sparate e le conte di quanti siamo, quanti non siamo, chi ne ha diritto e chi no …
Cosa resta? il PdL oggi in discussione? con la stessa relazione politica della RdS? La sentenza della Corte Costituzionale? con gente come Amato dentro? Il parere negativo della Rag. d. Stato pare un dogma intoccabile (leggi il documento).

La Corte Costituzionale ha esaminato il ricorso CISL di Siena  il 19 novembre

La sentenza di Siena, la calendarizzazione della Corte Costituzionale.
Il resoconto dell’Avv. Naso

La Corte Costituzionale ha depositato il 29/11 le sentenze 283 e 284 l’ultima relativa ad un’udienza pubblica del 5 novembre quindi per la nostra ci vorrà ancora tempo. Girovagando ho visto che ha pubblicato il filmato dell’udienza che ci riguarda (guarda il filmato dal sito della CC) … guardandolo non ho avuto le stesse sensazioni dell’Avv. Naso. Io non fo testo primo non sono un giurista, poi non ho guadagnato mezzomilione con una causa per cui ero già stato pagato da un sindacato.

Per controllare la pubblicazione della sentenza vedi ultimo deposito. Una sentenza, molto semplice, (restituzione atti – jus superveniens) dell’udienza del 19/11 è stata pubblicata. Oggi (12/12/13) sono uscite altre 4 sentenze una di una seduta pubblica del 20/11 …

Scrivevo:
“Non so chi arriverà primo e vincerà … so solo che noi, se non cerchiamo di collegarci e lottare assieme agli altri lavoratori della scuola, perderemo il nostro rispetto.”

Ma confermo che l’unica via per ottenere un diritto sia:

Lottare in piazza, uniti ai lavoratori della scuola!

Sul presidio del 19/11:
Il resoconto ed un filmato da Libera TV rielaborato da Francesco
Comunicato Cobas Quota96

L’XI Commissione si è riunita nuovamente il 19 novembre per  unificare i PdL (leggi il testo del PdL unificato) e … rinviare al 28 novembre (vedi la calendarizzazione) …

… e c’era qualcuno che pensava che avrebbero proceduto? col cazzo!

Leggi il resoconto della seduta in sede Referente
Nemmeno per sogno, l’On. Ghizzoni sul suo sito dice che non è arrivata la relazione della Ragioneria, ed allora non può essere presentato l’emendamento in legge di stabiltà … sul 4001 eventuale all’On. Manuela dispiace ma è lo stesso criterio usato per gli esodati del 2013 e il TFS differito è si punitivo ma è per non avere obiezioni da parte della ragioneria … che volete essere esodati o sequestrati al lavoro è lo stesso! Le sanatorie su diritti violati devono essere una lotteria chi vince gode, chi perde continua a questuare … si sbagliano tutti e …

 … si ricordin lor signori … che pagheranno caro, pagheranno tutto!

😈😈😈

 

Sardegna in lutto
Ancora morti per il cemento

B

pregiudicato
Storia di un pregiudicato

Oggi 19 ottobre manifestazione

per l’abitare a Roma

Prendiamoci la città!
Cobas_18_ottobre

Nanni Alliata, Es. Naz. Cobas e Piero Bernocchi, portavoce Cobas, al Fatto quaotidiano il 18 alla partenza del corteo dello Sciopero Generale (Video su Cobas-Torino)

Diffondi il manifesto della Confederazione Cobas per lo sciopero generale del 18 ottobre.
(è in alta definizione per essere stampato in qualsiasi formato), ho tolto l’anteprima in quanto è un file ad alta definizione e rallentava l’apertura della pagina, potete scaricarlo da
qui e dalla pagina di Download dove troverete anche i volantini nazionali.

proclamazione sciopero generale 18 Ottobre!
Scarica volantini e manifesti,
diffondili nella tua scuola!

Dalla pagina di download:

La circolare ministeriale per la dichiarazione dei servizi è stata emanata:

pdf Scarica la Dichiarazione possesso requisiti: Dichiarazione possesso requisiti del 01/10/2013

N.B. la dichiarazione allegata, la terza pagina, alla circolare è obsoleta.

Attendete che sia proposta dalla scuola, o fate pressione perché la scuola la reperisca dal Ministero in quanto ne circolano più di una versione (della scheda per la dichiarazione) una al 31/12 ed una al 31/08.

E’ arrivato il 4/10 una circolare di chiarimento ed il modello di dichiarazione “corretto”

pdf Scarica la circolare con i chiarimenti: Chiarimenti-pensioni) del 4/10/2013

doc  Scarica il modello per la dichiarazione dei servizi e dell’età Mod_allegato_4-10-1

Ho elaborato un Mod_allegato_meno_scemo (N.B. non è valido per la rilevazione) lo pubblico in pdf ma fatto con un foglio ci calcolo (.odf o .xls) fa i calcoli dell’anzianità da solo. Ho messo la data di rilevamento al 31/12/2011, la fatidica data della nostra disgrazia stabilita dalla Fornero per evidenziare che compiendo gli anni come recita l’art. 59 comma 9 L. 449/1997 dal 1/1 al 31/12 si doveva avere una anzianità,  al 31/12/11, maggiore man mano che giorno dopo giorno si compivano i sessanta nello scorrere del 2012. Chi aveva i 40 anni indipendentemente dall’età necessitava di una apposita casella.

Dobbiamo continuare la pressione perchè il diritto sia di tutti, nati e aventi i requisiti dal 1/1 al 31/12. Dobbiamo pressare e lottare per la trasparenza della rilevazione. Continuiamo la lotta per mantenere alto il livello di scontro e manteniamo loro il fiato sul collo.

Vogliamo i dati il giorno prima dello sciopero generale!Tutti insieme a Roma al MIUR e poi dietro il nostro striscione il 18 ottobre
La lotta degli inidonei ha pagato!

Qualche piccolo frutto anche per noi, grazie alle lotte, i presidi del 3/9 e del 24/9 con la specifica richiesta della ricognizione ed alle pressioni di tutti i Quota96 verso i parlamentari.
La circolare ministeriale per la dichiarazione dei servizi è stata emanata (scarica la Dichiarazione possesso requisiti), il  Mod_allegato_4-10-13 che contiene entrambe le date e la nota con i chiarimenti Chiarimenti-pensioni sono sempre disponibili in pag download.

Dobbiamo continuare la pressione perchè il diritto sia di tutti, nati e aventi i requisiti dal 1/1 al 31/12.

Continuiamo la lotta per mantenere alto il livello di scontro e manteniamo loro il fiato sul collo.

DL 104
Non dobbiamo fidarci di questo governo. Leggendo il testo del DL 104 troviamo solo una facciata. Dietro non c’è quasi nulla. Per noi la lotta continua, deve continuare uniti, sulla strada che i colleghi inidonei ci hanno tracciato, ed insieme a loro.
Martedì 24 settembre ore 14:00 presidio al MIURViale Trastevere

Il comunicato Cobas sul presidio del 24/09
Il resoconto dell’incontro al MIUR del 24/09
Troviamoci anche sui territori, per coordinarsi in Emilia Romagna Corso di formazione regionale a Bologna il 28 settembre:
Volantino Cobas BO e Convocazione convegno Cesp con domanda d’iscrizione e comunicazione al Dirigente Scolastico

Silvia Chimienti, eletta con il M5S in parlamento riferisce a noi comuni mortali che cos’è la casta:
Lettera aperta di una cittadina in parlamento ai cittadini

L’ultimo, scrive lui, articolo di Carlo Bertani. Infatti questo è un altro pezzo … Copritevi da soli

Sul contenuto di Diario di oggi, per Manuela, ho espresso in un articolo il mio pensiero … ma lungi da me non dare visibilità alle idee di un compagno … anche di sventura.

la lotta continua!
Le foto e i filmati del Presidio
Resoconto del presidio del 7 settembre
Sul sito dei Cobas scuola commenti e filmati del presidio

Il PdL 249 non è più di moda. Ora è in auge il DL D’Alia … Anzi no! Secondo OS scorporato il capo III che riguardava la scuola.

A quando?
A settembre, ad A.S. iniziato!
Ora inidonei e Quota 96 scorporati anche dal CdM del 3 settembre quota 96 desaparecida anche dal Decreto scuola del 9 …

che faranno di noi ci getteranno da un aereo in volo?

La memoria che il Dott. Ferdinando Imposimato ha scritto per quota96 è disponibile nella pagina Download

Io ho espresso il mio, non certo così autorevole, parere nell’articolo linkato.

Partecipate tutti. Potete chiedere permesso, ferie o fare domanda di partecipazione all’aggiornamento Cesp (scaricate i file per ottenere il permesso) anche dalla pagina dei download
Leggete il comunicato Cobas: Presidio 3 settembre

L’iter del PdL 249.
Progetto di Legge 249depositato dall’ On. Ghizzoni.
Il PdL 249, ha passato la commissione Cultura il 23 luglio, alla V Commissione Bilancio nella seduta del 6 agosto, la relatrice Saltamartini, conferma di aver ricevuto dalla Ragioneria parere negativo sulla copertura, in quanto è stata presa per valida la relazione INPS con una platea di 9000 soggetti. Dopo discussione … interventi di Boccia e Ghizzoni a favore, Fassina contrario in quanto vuole prima risolvere gli esodati, le conclusioni:
La Saltamartini ci rinvia direttamente alla legge di stabilità, Boccia scriverà all’XI e ci rinvia sine die.
Come avevo scritto prima:
No non l’hanno trovata, faceva troppo caldo per cercarla!
Intanto cuccatevi il resoconto dei 5 min della V Commissione del 5 agosto.
Il testo della discussione del 6 agosto, 20 minuti: 6-8_V_comm … sotto la mezzora è sempre … una sveltina!
Il commento di Manuela.
Il mio commento:
La relazione … “è una mera elaborazione dei dati inviati dall’INPS il 20 giugno scorso al Ministero del Lavoro. Un ritardo pertanto ingiustificato e molto grave, perché – al di là dei merito del contenuto – rappresenta un ostacolo alla assunzione delle decisioni politiche.” (Manuela Ghizzoni)
per cui, sintetizzando … non c’è la copertura … 6000 < di 9000 + il TFS troooppi soldi un ve se po’ mannà in pensione … vabbè mannatece solo chi è nato entro il 31/08 … dateje la buonuscita con le regole Fornero … ma nun ce fate fa brutta figura avemo preso impegni co sti sessantenni rompicoglioni!
Ho usato male la capacità di sintesi? qualcuno ora del CCQ96 dirà: Carletto di che lotte parlavi?
Spero di potervi pubblicare al più presto un commento che non sarà né censurato né occultato, di Carlo.
Continuiamo a sperare? ricordo che chi visse sperando morì cacando!

Cronistoria del PdL

Il PdL Ghizzoni passa come testo unificato con quello del M5S alla V Commissione Bilancio, il M5S si è astenuto in votazione in quanto non d’accordo sulla fonte del finanziamento Art.2. ( Leggi il XI_Comm_pdl249.pdf con la discussione in commissione e il PdL).
Dopo il passaggio alla Commissione Cultura è andato alla V Commissione Bilancio per il parere più difficile ratifica della copertura finanziaria. La relazione della Ragioneria: Allegato_2. La copertura? No non l’hanno trovata, copertura insufficiente ed allora tagliano i beneficiari …. divididono i nati prima … dai nati dopo. Come se non fossimo già abbastanza divisi fra chi non crede in questi governi da operetta, no da tragedia, con accordi con un pregiudicato, e chi ha sempre leccato il culo a qualsiasi nominato in parlamento, pur di andare in pensione.

I futuri passagi del PdL

Dopo la V Commissione Bilancio, senza copertura dovrà tornare in commissione Lavoro, per trovare una copertura adeguata e poi di seguito tutta la trafila di nuovo. Quando la copertura sarà approvata dalla ragioneria e dal MEF, che era rappresentato da Fassina, ritornerà in XI e si aprirà ad eventuali emendamenti. Se … tutti i se precedenti sono andati a buon fine e se il governo non si oppone, con una larga maggioranza, la sede referente può trasformarsi in sede legislativa e non passare dall’aula. Il Pdl a questo punto dovrà andare al senato e se sarà approvato senza modifiche, una volta scritto in Gazzetta Ufficiale, sarà legge e potremo andare in pensione ( ma ci credete veramente che andrà in porto?)

… il 1° settembre, sicuramente … ma di che anno?
Un G.d.L. di Roma, ha mandato in pensione dal 1° Settembre 2012 una collega con Quota96
Sentenza del GdL di Roma del 27/08/2012,
… ma l’Avv. Naso non è di Roma? e non ne sapeva nulla?

la notizia è trapelata solo grazie a P. Almirante di Tecnica della Scuola, che faranno i politici?
Interrogazioni parlamentari del 6 giugno: guarda i filmati dal sito di Francesco Martino.



Commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...