Home page

Quanto rimosso dall’Home Page, se vi serve, cercatelo nel sottomenù Old stuff

 Quota96

LA SCUOLA NON SI ARRENDE
Boicottiamo la 107, siamo tutti “contrastivi”

Tutti i Quota96 in pensione! Precari assunti!
LA LOTTA CONTINUA

4s

Siamo stufi di aver pazienza, insegniamo disobbedienza!

pietre

Resta solo la lotta di chi vuole abbattere la riforma Fornero, con noi in testa per la palese violazione dell’anno saltato, il famigerato 31/12/2012 desaparecido dalle circolari di pensionamento MIUR. Resta la lotta sui territori, dove è possibile organizzarsi, e ovunque vadano a mettere la faccia in pubblico i ras del MIUR, con Flash Mob e pressando sulle pensioni e quota 96, ribadisco l’importanza delle alleanze di cartello. Il tempo è finito.

Non dobbiamo mollare, insieme a tutti gli alleati trovati.
Lotta dura per il diritto alla pensione!

Tutti gli articoli che Carlo Bertani  mi ha mandato sono sempre disponibili dalla pagina Okkio per okkio .

Saranno pubblicati a tutti tutte articoli, analisi e/o proposte articolate. (devono essere firmati).

Il sito non costituisce testata giornalistica, non ha comunque carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001.” Le foto e i contenuti sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione dei contenuti.

9.858 commenti on “Home page”

  1. gisa maria scrive:

    Io per la provincia di AN ci provo e…vedo per Le Marche

  2. Francesco scrive:

    Appena pronto documento lo pubblicizzeremo, vediamo se qualcuno si sveglia dal torpore mentale.Raccogliere dati è un modo per tenere la situazione calda, in ogni caso ci sono iniziative, chi può e abitasse vicino a Roma, tenga presente anche questo

  3. antonia scrive:

    concordo con Carla, andateci con le scarpe a punta rinforzata in metallo!!!
    per quanto la proposta di gisamaria penso che dovremmo riprovare a contarci e inviare questo nuovo censimento. lo so che alcuni non sono presenti neanche con una firma ma è comunque un modo per dire che ancora siamo vivi…

  4. Francesco scrive:

    cielo sereno

  5. Francesco Vertillo scrive:

    A Fraspirito,dato che ormai dobbiamo ridere della nostra disgrazia facciamolo con tanti. Posta il link della foto cosi la facciamo girare .
    A tutti,mi sembra peregrino raccogliere firme per provincia,sarebbe piu’ opportuno che “qualcuno”(chi..?)si cominciasse a muovere. Di consigli,consiglieri e consigliori ne abbiamo anche troppi,invece son sempre di meno chi fa e/o si muove. Non c’e’piu’neanche un minimo scambio di battute,non dico di idee!

  6. francesco vertillo scrive:

    Sto aspettando la versione definitiva dalla “correttrice di bozze”!

  7. francesco vertillo scrive:

    Dimenticavo,nonche’ “speditrice” di documenti!
    Intanto per il presidio organizzato dai “precoci” (so che noi di solito siamo “tardoni”!) non vorrei ci fossero troppe adesioni! Si potrebbe correre il rischio di “riempire” piazza montecitorio!!

  8. francesco vertillo scrive:

    Data l’eta’ “forse” sono giustificato! Il presidio dei “precoci” e’ quello del 18febbraio.

  9. Francesco Vertillo scrive:

    Dall’articolo su orizzonte scuola sui C.P.I.A.,che illustra una parte dei problemi dell’ex educazione degli adulti trasformata in istruzione gia’ dalla santa ignoranza gelminiana. I germi della pessima scuola c’erano gia’,tanto che abbiamo la didattica per competenze( o pseudodidattica) e tutta l’impostazione e’ confindustriale. Speravo di non dovermi sorbire anche questa pseudoriforma e invece sono ancora qui…in servizio effettivo e permanente(escluso quando mi ammalo….)

  10. Tatjana Gergic scrive:

    La ricordate la Malpezzi ? Ha presentato un emendamento, non per i Q96 scuola.
    Dopo una visita fatta la scorsa settimana alla minoranza italiana della vicina Slovenia, nelle commissioni congiunte Bilancio ed Affari Istituzionali della Camera , ha presentato un emendamento al decreto Milleproroghe per concedere per ulteriori 20 anni una medaglia ai parenti delle persone che morirono nelle foibe, moltissimi innocenti con l’unica colpa di essere italiani , ma anche molti collaborazionisti e responsabili, durante l’occupazione fascista, di atroci violenze sulla popolazione locale . Sapranno distinguere ? La Serracchiani e Rosato lo annunciano con ” particolare soddisfazione e partecipazione”. Cosa non si fa in periodo preelettorale per aiutare il PD di Cosolini!

  11. gisamaria scrive:

    il prossimo anno sarà , per me, l’ultimo . posso chiedere di non avere una nuova prima e di completare il mio orario nell’organico potenziato? Se si, come e a chi presentare domanda in tal senso?

    • Francesco scrive:

      Aspetta la circolare sulla formazione classi e la delibera collegiale,per quanto riguarda non avere la prima è di buon senso per evitare discontinuità anno successivo

  12. francesco vertillo scrive:

    Ho firmato la petizione per il collega di filosofia Stefano Rho.E’ la prima volta che firmo una petizione ma e’il minimo che potevo fare contro un’ingiustizia “enorme” come il caso che nasce da un fatto banale(alzi la mano chi non ha mai pisciato dietro un cespuglio!),aggravato solo da una sanzione amministrativa comminata da un giudice di pace(gia’il termine e’orrendo!),che quindi non e’una condanna da casellario giudiziale. Anch’io ho avuto una condanna dal giudice di pace per una infrazione stradale,perche’non mi licenziano?
    La vicenda e’piu’ che kafkiana,e’ borbonica! Intanto penso al collega nato in Africa,figlio di medici che hanno costruito un ospedale per i poveri; penso all’aria delle notti d’Africa che l’avranno abituato a respirare a pieni polmoni e a pisciare liberamente. Penso ai due carabinieri che hanno fatto la multa,penso che anche loro avranno pisciato all’aperto come si usa tra “camerati” a militare,con il detto “chi non piscia in compagnia o e’ un ladro o e’ una spia”,o magari non e’ figlio di Maria!
    Ma la cosa grave che dopo la censura del preside,e’arrivato il licenziamento dalla corte dei conti(???),organo di giustizia contabile ed amministrativa,che non si capisce che c’azzecca!!!
    Forse e’ l’aria renziana sulla pubblica amministrazione?
    Ma si puo’ accettare un’ingiustizia del genere? La corte dei conti,come tutti gli organi giudiziari,pensino ai piu’ di 100 politici condannati,alle pillole del sapere di gelminiana memoria,agli incarichi e consulenze dati dal miur ad incompetenti,amici degli amici,e a tutti i piccoli imbrogli nelle scuole.
    Pertanto vorrei invitarvi ad una pisciata collettiva in piazza per solidarieta’ al collega,e che una pisciata li sommerga tutti……

    • Francesco scrive:

      Ci vorrebbe forse una campionata di merda per sommergerli

    • Rosario scrive:

      Bisogna fare le valigie e andare fuori da questo paese,da questo sistema pazzoide.

      • Francesco scrive:

        Comunicato-stampa

        Mentre prosegue nelle scuole la resistenza contro la nefasta legge 107 e si prepara la campagna referendaria contro di essa, i COBAS convocano lo sciopero contro i quiz Invalsi, strumento decisivo della cattiva scuola governativa

        Gli effetti nefasti della legge 107 sono oramai evidenti a chiunque sia in buona fede. La volontà sfacciata di edificare una scuola gerarchizzata sul modello renziano di società (“un uomo solo al comando di strutture aziendali a caccia di profitti economici”), guidata da presidi-padroni e con docenti ridotti a “tuttofare” subordinati – e minacciati di licenziamento, riduzioni salariali, trasferimenti – sta creando il caos in istituzioni scolastiche già prostrate da due decenni di tagli al personale e ai finanziamenti. La pervicacia nella creazione di conflitti tra i lavoratori/trici in nome di una premialità di un presunto “merito” – che serve solo a creare una “corte” di docenti al servizio totale del preside-padrone – sta distruggendo la collegialità e il lavoro unitario, togliendo quella libertà didattica che non è un privilegio per i docenti ma l’unica garanzia per gli studenti e le famiglie di pluralismo, ricchezza culturale, libertà di apprendimento e non sottomissione ad un pensiero unico eterodiretto dai grandi potentati economici e politici.

        Ma, mentre prosegue la resistenza all’applicazione della legge e si prepara la campagna referendaria per la cancellazione almeno dei suoi punti più distruttivi, appare sempre più evidente il ruolo cruciale che in essa ricoprono i quiz Invalsi. Sia per il sedicente “merito”, sia per la valutazione di docenti, studenti e scuole, sia per i finanziamenti, l’apparato ministeriale intende imporre l’unico elemento che ha a disposizione e che ritiene dotato di una parvenza di “oggettività statistica”: e cioè i risultati degli assurdi indovinelli invalsiani. Dal 4 al 12 maggio prossimi si rinnoverà il rito insensato dei quiz, contro il quale avrà ancora più rilievo degli anni scorsi l’opposizione frontale dei lavoratori/trici della scuola, degli studenti e dei genitori che intendono difendere la qualità e i valori della scuola pubblica. Già lo scorso maggio la lotta contro i quiz andò oltre le migliori previsioni: in circa una classe su quattro (primaria e superiore), gli insulsi indovinelli vennero sbeffeggiati e annullati dall’effetto combinato dello sciopero indetto dai COBAS e del boicottaggio da parte di tantissimi studenti, alle superiori, e genitori che non mandarono, alle elementari, i figli a scuola. E proprio per il rilievo ancora maggiore assunto dai quiz con la legge 107, quest’anno tale azione combinata va ulteriormente amplificata e preparata con ampio anticipo. Di conseguenza facciamo intanto la nostra parte, convocando il 4 e 5 maggio due giorni di sciopero nella scuola dell’infanzia e nella primaria (alle elementari ogni lavoratore/trice sceglierà il giorno tra i due in cui il proprio sciopero risulterà più efficace; e lo stesso, pur non avendo i quiz, potranno fare alle materne) e il 12 lo sciopero per le medie (che chiedono l’eliminazione degli indovinelli all’esame finale del ciclo) e per le superiori.

        Lo sciopero, oltre ad esigere la cancellazione dei quiz Invalsi e il loro uso per valutare docenti, studenti e scuole, è contro il premio di “presunto merito”, la chiamata diretta da parte del preside e i suoi poteri di assunzione e licenziamento, i “tetti” orari per l’alternanza scuola-lavoro, e richiede l’assunzione di tutti i precari/e abilitati o con 360 giorni di insegnamento nonché il recupero salariale di quanto perso negli ultimi anni da docenti ed Ata.

        Piero Bernocchi portavoce nazionale COBAS

        8 febbraio 2016

    • carla scrive:

      Anche io ho firmato! Addirittura licenziare una persona per una cosa del genere, mentre ovunque, e in parlamento in primis, prosperano i pluricondannati per reati davvero gravi! Questa è una assurdità che grida vendetta davanti a dio e agli uomini! E nel frattempo, guarda un pò, viene depeniizzata la guida senza patente, per tutti i casi, a parte le recidive! E con effetto retroattivo! Devono essersi fatti due conti, ‘sti bastardi, chissà quanti voti “di riconoscenza” in più! Mentre invece bisogna dare l’ennesima lezione ai dipendenti pubblici, specie se insegnanti, noti mangiapane a tradimento, no?

    • Vincenza scrive:

      Tempo fa, mentre facevo una passeggiata in un parco, chiesi ad una guardia dov’era un bagno. La risposta fu:- Signora, il primo albero è tutto suo!
      Vincenza

    • pio scrive:

      @ Francesco
      Aggiungi la grazia data al politico colpevole ( la notizia della pipì alla radio è stata data insieme alla riammissione del politico di cui non ricordo il nome ) e condannato ma riammesso perchè ha cambiato incarico .!!!!!!!!!!! . La giustizia sempre più , non è ASSOLUTAMENTE UGUALE PER TUTTI … . Ma, i giudici dovrebbero fare molti corsi di aggiornamento e abbandonare il “POTERE” !!!!! .
      Pio

  13. francesco vertillo scrive:

    Quel che dice Settis e’ quello che cerco di far capire ai miei colleghi del c.p.i.a.ma con scarsi risultati dato che e’piu’ facile non pensare…

    • carla scrive:

      Io non ci provo nemmeno più, Francesco! Sono in una fase di stanca, e di rifiuto totale nei confronti della maggior parte dei miei “colleghi” (ma di cosa?)! Sono solo pecore asservite al padrone.

  14. morgandoto scrive:

    anch’io condivido con Carla e FraVertillo un certo scoramento e uno stato d’animo di estraneità nei confronti dei colleghi e più in generale della situazione politica in Italia.
    Il grado zero di conflittualità che ormai l’establishment con la connivenza dei sindacati di Stato ha ottenuto è sconfortante: guardate come hanno reagito in Grecia alla stretta sulle pensioni che il governo Tsipras dietro ricatto tenta di imporre e per contro come il tema delle pensioni sia stato derubricato nel Bel Paese…
    Un altro motivo di sconforto è venuto da come nella mia scuola si è affrontata la questione del comitato di valutazione e di come in fondo, sotto traccia, la grande maggioranza dei colleghi abbiano accettato la soluzione suggerita dai sindacati collaborativi . Non addentriamoci poi sul malessere che mi ha creato la legge Fioroni che fa confluire gli attuali corsi serali, in cui lavoro da 35 anni , nei costituendi CPIA,parto perverso dall’intesa tra PD e confederali.
    Ma è pur vero che la mia sofferenza personale è ben poca cosa se comparata a tragedie come quella del giovane Giulio Regeni e dei suoi genitori o dell’esodo dei profughi che fuggono dalle guerre.
    Sempre più spesso mi allontano perchè l’impotenza è pesante e fare il rivoluzionario da tastiera non mi solleva più di tanto , “così me ne vado lontano lontano, e sopra il mio berretto ci son solo le stelle”… Goethe “Il divano occidentale orientale”. Buonaserata a tutte/i e buone vacanze di Carnevale!

  15. Francesco scrive:

    Trovate ultimo documento inviato al governo e parlamentari e le iniziative di lotta previste

    http://francomartino.eu/lottare-uniti/

  16. francesco vertillo scrive:

    A Vincenza, da noi,a Catania,si direbbe”beddu zzaurdu”(bel cafone) per invitare una signora a farla dietro l’albero
    Non so se Alex Corlazzoli si e’ispirato a quanto scritto da me ieri ma invito tutti,specie gli incontinenti (e chissa’quanti sono tra noi…) a firmare la petizione per il collega Stefano Rho su change.org

  17. francesco vertillo scrive:

    Ogni tanto salta qualcosa con questi strumenti… petizione su change.org

  18. Francesco Vertillo scrive:

    Vedo che si sprecano i commenti sull’ultimo documento inviato al governo ed alle commissioni. O va troppo bene,o c’e’ lo sciopero della tastiera o siete andati tutti a pisciare dietro un cespuglio per solidarieta’…o incontinenza?

    • carla scrive:

      L’ho letto, e va benissimo, Francesco. Grazie. Però, abbi pazienza, sono davvero depressa e stanca. Non è disinteresse, nè ignavia, è proprio senso di impotenza! Spero sia una condizione transitoria.

  19. francesco vertillo scrive:

    Visto che me la devo cantare e suonare…e’uscito il comunicato e la partecipazione al presidio del 18febbraio su dirittoallapensione.blogspot
    Per il resto aspettiamo…

  20. francesco vertillo scrive:

    A Carla,infatti non era riferito a te e a quei 4/5 colleghi che seguono le vicende “interne” ma gli altri 995 dove c…o sono? Tutti su facebook? O tutti presi dai loro problemi personali o scolastici?
    Per ora al presidio di Roma saremo in 4,spero aumentino. So che la quantita’non fa qualita’ ma in certi casi,come questo,ci vuole

  21. Oggi pomeriggio mi hanno chiamato da Mi manda Rai3 (trasmissione del mattino 10-11) perchè hanno in programma una trasmissione per il 17 feb mattina con la Fornero in collegamento da Torino. Mi hanno chiesto di andare a Roma in studio ma io ho problemi di deambulazione che rendono complicato muovermi su treni e viaggi lunghi. Stanno esplorando la possibilità di ospitarmi in studio a Bologna ma non è detto che i responsabili del programma ritengano fattibile la cosa. In ogni caso, per avere un’eventuale alternativa, mi hanno chiesto se conosco qualcuno di Q96 disposto ad essere presente in studio a sostenere le ns ragioni di ostaggi della Fornero. Qualcuno di voi ha qualche idea al riguardo?
    Fatemi sapere, domani pomeriggio mi richiama la giornalista

    Ciao
    Francesco
    Mi piace · Rispondi · 23 min Francesco Mele è il collega Quota96 che fu intervistato da Ballarò il 16 dicembre 2016

  22. francesco vertillo scrive:

    Ho parlato ieri con una autrice di mi mandarai3,preferiscono qualcuno di Roma. Ho gia’segnalato il nome di Riccardo Laragione che e’disposto ad andare in studio.D’altronde e’stato a quasi tutti i ns.presidi ed e’gia’ andato a diversi incontri in parlamento ed in audizione in comm.lavoro.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...