Home page

Quanto rimosso dall’Home Page, se vi serve, cercatelo nel sottomenù Old stuff

LC

Quota96

 

 La LOTTA CONTINUA!


Siamo stufi di aver pazienza,

insegniamo disobbedienza!

 

L’intervento del giudice  Ferdinando Imposimato, presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione.

La grande manifestazione in Piazza SS Apostoli ed il presidio con flashmob a Piazza MonteCitorio del pomeriggio,  e attorno a Palazzo Chigi …

(anche con il busker percussionista finale  … grande!)

 … il nuovo percorso che spero possa essere unitario sulle iniziative, soprattutto visto il risultato della giornata di lotta del 29 agosto.
Comunicato Quota96 Cobas

  1. Il primo passo è che al primo collegio si dichiari la propria indisponibilità a collaborare con la Scuola e la sua dirigenza attenendosi solo a quanto prescrive il Contratto Collettivo Nazionale tutt’ora in vigore.
  2. Organizzare una delegazione unitaria Quota96 e Precari per incontrare Del Rio in settimana.
  3.  … siamo … al lavoro per proposte innovative e manuale di non collaborazione.

31 agosto ore 15:00
Mancano 9 ore alla fine dell’anno scolastico

Il Pretino e la Baldracca
di Dario Fo

 Renzie chi?

Leggi e guarda il suo discorso … penoso il suo inglese, le sue riforme? supercazzole prematurate

Dobbiamo cacciarlo, con la lotta!

4s

Resta solo la lotta di chi vuole abbattere la riforma Fornero, con noi in testa per la palese violazione dell’anno saltato, il famigerato 31/12/2012 desaparecido dalle circolari di pensionamento MIUR.
Resta la lotta sui territori, dove è possibile organizzarsi, e ovunque vadano a mettere la faccia in pubblico i ras del MIUR, con Flash Mob e pressando sulle pensioni e quota 96, ribadisco l’importanza delle alleanze di cartello. Il tempo è finito.

Non dobbiamo mollare, insieme a tutti gli alleati trovati.
Lotta dura per il diritto alla pensione!

Tutti gli articoli che Carlo Bertani  mi ha mandato sono sempre disponibili dalla pagina Okkio per okkio .

Saranno pubblicati a tutti tutte articoli, analisi e/o proposte articolate. (devono essere firmati).

Il sito non costituisce testata giornalistica, non ha comunque carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità e la reperibilità dei materiali. Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della L. n. 62 del 7/3/2001.” Le foto e i contenuti sono prese in larga parte da Internet e quindi valutate di pubblico dominio. Se i soggetti o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione non avranno che da segnalarlo alla redazione che provvederà prontamente alla rimozione dei contenuti.

4.481 commenti on “Home page”

  1. Francesco scrive:

    Franco hai guardato articolo giornale, occorre inviarlo e la lettera di non collaborazione, se non ti piace riscrivila.

  2. carla scrive:

    @stefania 52
    Cara Stefania, ho passato un intero anno a inserire bastoni, a protestare, a denunciare e stigmatizzare questo o quell’episodio insieme a pochissimi altri non affetti da storica ignavia e indifferenza. Risultato? Lei come prima- più di prima, io stressata a mille e con tutte le patologie aggravate!

  3. pio scrive:

    @ Tutti @ Franchi @ Patrizia
    Oggi ,con la morte nel cuore, dopo un’altra estate senza riposo , collegio di docenti !!!!!!
    Ma come sei ancora qua ? un altro anno …… ? ti hanno fregato ancora? ma come non eri in pensione …………. commenti amichevoli, qualcuno sarcastico, alcuni sentiti ( seguiti da un “mi dispiace” ……..) .
    E’ il caso di un’azione comune e di un documento unitario quello di patrizia è quasi ottimale ……. .
    Abbiamo un altro collegio a brevissimo ……. vorrei provare a farlo leggere ……
    Anche la maglietta ,postatela , facciamola tutti uguale .
    Francesco ti rinnovo l’dea del “bigliettino da visita” da distribuire a tutti ( oppure tutti ne fanno una copia …) .
    Da un lato “un ergastolano tra le sbarre” e dall’altro la scritta ” Q96 QUANDO LIBERI ???” ( il “quando liberi” lo mostrai ad Avellino alla giannini ,in campagna elettorale a spese nostre, e, a roma in una manifestazione al miur .
    Qualche collega la indossava ancora nelle manifestazione di agosto ………. può perciò veicolare efficacemente il messaggio.
    Ovviamente ognuno può aggiungere il nome, l’età anagrafica-lavorativa ….. .
    I fondi potrebbero essere prelevati dai contributi se si dovesse provvedere alla stampa unica ( ma, se ognuno provvede in modo autonomo la spesa non è per nulla eccessiva …….. ) .
    I bigliettini si distribuiranno a chiunque e ovunque …….. .
    Concludo con una chicca del collegio …….
    L’ufficio scolastico regionale ,il 25 luglio, ha trasmesso una circolare con la direttiva ( derivata dalla riforma …… ) per gli istituti scolastici di secondo grado , di provvedere all’insegnamento di una materia d’esame , da scegliere da parte del collegio, il lingua inglese , anche in assenza di competenza specifiche da parte dei docenti ….( non si è obbligati ad accettare ma , si è obbligati a……..) . Gli allievi,in sede di esame di stato, non saranno giudicati sulla pronuncia in inglese, ma SUI CONTENUTI ……………. .
    Il tutto è molto farraginoso …………… . come preparato da chi in classe ……….
    OVVIAMENTE tutto a costo ZERO per lo stato ………. che, come volevasi dimostrare, non si smentisce MAI .
    ps. mi sono astenuto dalle votazioni………….. .
    In triennale attesa , come tutti i q96 ………, Pio.

  4. giorgio p. scrive:

    Scusate la lunghezza, ma riporto la lettera che ho inviato ad alcuni organi di stampa e, con qualche modifica, al Presidente della Repubblica.

    Visto che utilizzando una ormai orwelliana neolingua il Presidente del Consiglio Renzi ha trasformato la parola “diritti” in “aspettative” e il Ministro Padoan ha coniato il concetto di “presunti diritti”, è meglio puntualizzare nella lingua italiana i termini standard corretti della vicenda dei lavoratori “ Quota 96”, magari in modo interattivo : chi legge metterà al posto dei puntini le espressioni più appropriate.
    1) L’errore della Fornero è stato che nella sua riforma non ha rispettato la legge n. 449/1997 art. 59 c. 9 relativa al personale della scuola. Questa legge è sempre stata ed è tuttora applicata ad ogni anno scolastico, ma è stata “dimenticata” per l’anno 2012 e per i lavoratori del 1952, discriminati in modo incostituzionale rispetto a tutti gli altri lavoratori, precedenti e successivi. La legge esiste, nero su bianco (cfr. l’intervento di F. Imposimato alla manifestazione del 29/8/2014), e anche Renzi e i suoi ministri, rispetto ai Q 96,la stanno calpestando.
    Nella lingua italiana CHI INFRANGE LA LEGGE E’ UN………………………..
    2) Con ministri più precisi, i Q 96 sarebbero andati in pensione il 1° settembre 2012 con i regolari emolumenti previsti. Ma questi soldi non sono stati utilizzati. Riconosciuto l’errore, come hanno fatto tre Commissioni Parlamentari e la Camera dei Deputati, bisogna ora solo recuperare quei soldi risparmiati : e non dire che “non ci sono coperture finanziarie”, perché i soldi sono i contributi versati dai lavoratori in anni di servizio e non possono sparire. Altrimenti si può dire che CHI FA SPARIRE SOLDI NON SUOI E’ UN…………………..
    3) In Italia può succedere che il potere legislativo voti a livello di Commissioni parlamentari o addirittura come Camera dei Deputati ma che, visto quanto è accaduto il 4 agosto 2014, non abbia più la possibilità di esprimere la sovranità popolare, perché può intervenire il potere esecutivo a ribaltare la volontà del Parlamento, per imporre la propria. Come ai tempi dei re assoluti o di certi tristi personaggi del “secolo breve” CHI SOFFOCA LA LIBERTA’ DEL PARLAMENTO E’ UN……………………………………………………
    4) In quel fatidico 4 agosto 2014, dopo la soppressione al Senato dell’emendamento già votato alla Camera per i Q 96, Il Presidente Renzi dichiarò che il problema sarebbe comunque stato risolto entro agosto. Il mese è passato ma forse, visto il rinvio dei decreti sulla scuola a mercoledì 3 settembre, la parola verrà mantenuta : altrimenti si potrà dire che CHI DICE UNA COSA FALSA E’ UN………………………………………………..

    Gli insegnanti sono chiamati ad educare alla legalità, alla cittadinanza: e noi di Q 96 non smetteremo certo di farlo, anzi, lo faremo con maggiore intensità. Solo che dovremo dire che la legalità e il diritto non hanno niente da spartire con i comportamenti con cui il Governo ci ha trattato. E lo diremo in tutta Italia, ogni giorno, per tutti i giorni e gli anni di lavoro in più che dovremo fare ingiustamente.
    Una considerazione finale. In tutta questa vicenda non sappiamo se il Presidente della Repubblica, perfettamente al corrente del problema specifico perché informato da decine e decine di messaggi , si sia espresso. Forse lo ha già fatto, ma in questi giorni di “rinvio” fino a mercoledì, gli chiediamo ancora un intervento sul Governo a garanzia del diritto, per ripristinare quella legalità che desideriamo sopra ogni cosa vedere confermata.
    l

  5. Antonio Busato scrive:

    Pronta per essere consegnata al Dirigente Scolastico, la lettera con cui dichiaro la indisponibilità ad assumere, per tutto l’arco dell’Anno Scolastico 2014/15, qualsiasi tipo di incarico che non sia previsto dalla legge o dal contratto in vigore.
    Credo sia importante che diffondiamo e svegliamo le coscienze addormentate di tanti colleghi, ancora ignari di quanto sta accadendo nella scuola pubblica!
    Siamo professionisti non missionari. Ad ognuno il proprio compito.

    • carla scrive:

      Si, Antonio, sono d’accordo! La mia lettera, letta dalla DS stamattina al Collegio, ha svegliato i colleghi, i quali, all’unanimità, hanno espresso solidarietà a me e agli altri tre quota 96. Io, come ho già scritto stamattina, lo considero un risultato importante, anche perchè la cosa verrà riscontrata nel verbale, e noi potremo in qualche modo farla valere, magari rapresentandola, scuola per scuola, nel/nei prossimo/i appelli.

    • Michelangelo scrive:

      Si può avere una copia della lettera con cui dichiaro la indisponibilità ad assumere, per tutto l’arco dell’Anno Scolastico 2014/15, qualsiasi tipo di incarico che non sia previsto dalla legge o dal contratto in vigore.

  6. marcella scrive:

    @ Giorgio P.
    Premetto che la tua iniziativa mi è sembrata carina e intelligente:
    non è una preghiera ma una denuncia;
    non usi termini offensivi ma … lasci i puntini sospensivi.

    Solo su una affermazione non sono d’accordo:
    L’ERRORE_Fornero non è nel non aver rispettato la L. 449/97 bensì
    nel non aver tenuto conto del DPR 351/98.

    Mi spiego, ove possa interessare per altre eventuali iniziative.

    La Legge da te citata fa riferimento alla maturazione dei requisiti tra il 1 settembre e il 31 dicembre.
    Se l’ERRORE fosse quello da te indicato, almeno chi maturava entro l’anno SCOLASTICO 2011/2012 avrebbe potuto accedere alla pensione.
    Invece, il non aver tenuto conto del DPR 351/98 lo ha impedito.

    PS.
    Non so se i destinatari andranno a leggere il riferimento normativo da te citato.
    Certamente, se lo faranno … non credo possano capire dov’è l’ERRORE_Fornero.

  7. carla scrive:

    @quota 96
    Ehi, Franco, where are you? Il blog, senza i tuoi post, non è la stessa cosa!!!

    • quota96 scrive:

      The blog should go on even without me.
      I’m busy to turn on the fire in my school.
      There are some ashes and I’m trying to blow on it.
      CLIL

      Sto organizzando un’assemblea Cobas a scuola mia fuori orario di servizio che raccolga anche le scuole vicine.
      Sto lavorando per il servizio di Virus TG2 del 12/9 seconda serata.

  8. vincenza scrive:

    Lettera inviata al Presidente della Repubblica.

    Le chiedo scusa ma mi vedo costretta a disturbarla di nuovo.
    Sono un’insegnante di Scuola Primaria e appartengo al gruppo cosiddetto Quota. 96.
    Il prossimo 15 settembre, cinquanta bambini di circa 5 anni , vivaci, allegri, pieni di energia, entreranno per la prima volta nella Scuola Primaria e ad attenderli non troveranno una docente, ma troveranno me, una nonna con tutti i problemi dei suoi 62 anni e per di più amareggiata, stanca, avvilita, offesa umanamente e professionalmente dalla Politica che l’ha sbeffeggiata senza pudore per tre anni e che le ha regalato una estenuante estate piena di promesse non mantenute che hanno contribuito non poco ad appesantirle la vita.
    Il pensiero di quei 50 bambini mi fa stare male, perché so che il primo anno della Scuola Primaria influenza in maniera determinante l’intera vita scolastica di un ragazzo ma la mia età non mi permetterà di svolgere il mio ruolo in maniera adeguata .
    Mi chiedo, come si può governare un Paese e non preoccuparsi della formazione delle future generazioni?
    Come si può affidare la formazione dei giovani, in un mondo sempre più tecnologico e informatizzato, ad anziani che hanno cominciato a scrivere con penna e calamaio?
    Come si può non accorgersi che la formazione dei ragazzi deve essere affidata a persone più vicine al loro mondo?
    Come si può lasciare fuori dalla Scuola insegnanti giovani pieni di entusiasmo, energia, vitalità e “condannare” a restare nella scuola insegnanti anziani e stanchi?
    Non vorrei essere irriverente, ma a volte ho la sensazione che qualche politico non si renda conto della grande responsabilità che si è assunta quando ha scelto di amministrare il Paese.
    Sig Presidente della Repubblica, per favore, intervenga e faccia correggere il grossolano errore che costringe gli insegnanti Quota 96 a restare nella Scuola . Ci mandi in pensione e immetta nella Scuola “linfa” nuova.
    Sig. Presidente, permetta a quei 50 esserini di entrare nella Scuola e di trovare ad attenderli un’insegnante giovane, fresca, entusiasta, capace di guidarli e accompagnarli in maniera gioiosa e adeguata verso il futuro.
    Con rispetto e fiducia

    • Francesco scrive:

      Presidente non vorrei essere irriverente.
      Mi scuso se qualche volta mi sono rivolto a lei senza pensare che alla sua eta come noi avrebbe bisogno starsene tranquillo con i suoi nipoti.
      Molti di noi avrebbero questo per dedicare la vecchiaia a crescere i propri nipotini,non ci è permesso.
      Ci pensi e poi risponda, siamo esseri umani anche anche noi.
      Potremmo dedicarci sia lei che noi a crescere con i nostri nipoti e dare tanto affetto che prima non abbiamo potuto dare in quanto tutta la nostra vita agli altri abbiamo dedicato.
      Prima di lasciare quel posto che tanto lo fatica pensi anche noi, alla nostra età tante cose non possiamo fare; stare dietro i bimbi piccoli e’ difficile come star dietro ai tanti ministri che spesso discoli sono; primedonne che tanta attenzione vogliono, sono dispettosi, anche incontrollabili e corrono tanti rischi di farsi male da soli.
      Presidente ci pensi e faccio un atto di giustizia i vecchi hanno diritto di godersi la propria pensione. Ci basterà appena per aiutare i nostri figli che spesso disoccupati sono E pensi aitanti precari che aspetto invano anche loro di crescere senza tanti affanni e forse vorrebbero poter avere dei figli a cui dedicarsi, ma senza uno stipendio decente e senza un posto sicuro non hanno il coraggio. Li aiuti a uscire dalla precarietà, lei ormai questi problemi non li ha, come i parlamentari che si sono garantiti una bella pensione. si ricordi presidente che lei per salvare ieri e le banche ha fatto un governo che le pensioni video costretto a vivere con un reddito appena sufficiente ha deciso di tagliare.
      Un risarcimento c’è dovuto non solo per due anni di attesa, di speranze tradite, di promesse non mantenute, di vergognose scelte non proprio ineccepibile e forse anche incostituzionali.
      Si ricordi lei dovrebbe rappresentare tutti gli italiani, forse il più quelli che il potere non ce l’hanno.
      Tra questi ci sono in quota 96 lo sanno tutti che sono stati massacrati, derisi.
      Ai nostri studenti dovremmo insegnare che i diritti bisogna conquistare eppure continuiamo a pensare che le leggi occorre rispettare.
      Le faccia rispettare!

  9. Francesco scrive:

    Mi scuso per gli errori

  10. Francesco scrive:

    Correzioni
    ai tanti precari che ASPETTANO
    per salvare i RICCHI e le…
    che le pensioni DI CHI è…

  11. quota96 scrive:

    Intervista a Piero Bernocchi sulle voci di riforma e prospettive delle lotte …

    http://www.orizzontescuola.it/news/riforma-scuola-bernocchi-cobas-non-credo-graduatorie-si-esauriranno-mai-privati-nella-scuola-it

    condivido con lui la mancanza di fiducia nei docenti come categoria che possa assumersi forti iniziative di lotta.

    • Giuseppe scrive:

      Salamartini a “Coffe break” ore 11.15, sostiene nostra causa e “spera” che domani
      venga deciso qualcosa per noi.. E parla poi della promessa di Renzi dei primi
      di Agosto. Ma la sua faccia tradiva le sue parole– quando si parla delle promesse di Renzi,
      a chi non viene da ridere…
      Mr Clown, leggi un po’ il ns sito…

  12. marcella scrive:

    Qui riporto un post di Franco che – ad inizio di questo anno SCOLASTICO – credo possa interessare molti Quota96.

    La verbalizzazione dopo il primo o secondo incarico se reiterata deve produrre una diffida e una richiesta di turnazione della verbalizzazione (segratario nominato) se viene ignorata con tutte le pezze di appoggio scritte, richiedere sempre la reiterazione dell’ordine di servizio, denuncia per mobbing.

    L’osservazione mi torna con mie info pregresse.
    Il riferimento normativo credo sia nel Decreto Legislativo n. 297/94.

    Dunque:
    – A fronte di un “incarico” ovvero del “ruolo di Segretario” per l’intero a.s. , ci si può rifiutare.
    – A fronte di una “nomina”, per esempio in UNA seduta del C.d.C. , non ci si può rifiutare.

    A fronte di una “nomina REITERATA” nelle successive sedute, p.e. del del C.d.C. , si profila MOBBING.

  13. marcella scrive:

    Mentre il Governo va in Europa a chiedere crescita e sviluppo, affinché non siano i burocrati e i tecnocrati a decidere le sorti del nostro Paese,
    in Italia il Governo si fa dettare la linea politica proprio da quei burocrati e tecnocrati.

    Quale credibilità ha il Governo se neanche in casa propria riesce a far valere la sua?

    – – –
    Lo dichiara … un Deputato della Maggioranza!
    In riferimento a …
    “VERGOGNOSO STOP QUOTA 96″.

  14. rosa anna saporetti scrive:

    Ho inviato la seguente richiesta di incontro (per altro già letta) al Sottosegretario Delrio, non sarebbe il caso di copiarla ed inviarla anche da tanti altri di voi? Se volete copiando anche la mia firma:

    2-set-2014 13.11
    Oggetto:Richiesta incontro

    Gentilissimo Sottosegretario Delrio,
    come avrà certamente saputo, il giorno 29 agosto i Comitati Quota 96 scuola assieme ai precari erano in manifestazione a Roma a Piazza SS. Apostoli e in quell’occasione una delegazione arrivata sotto Palazzo Chigi aveva ripetutamente chiesto, telefonicamente, di essere ricevuta al termine del Consiglio dei Ministri.

    Dopo vari tentativi ci è stato suggerito di inviarLe richiesta scritta,quindi, con la presente, Le chiediamo ufficialmente un incontro, con una nostra delegazione, il prima possibile; sarebbe auspicabile domani 3/09/’14, visto che verrà presentato il così detto “Pacchetto scuola”.

    L’incontro mira a conoscere, da fonte certa, quale sia lo stato delle cose nella risoluzione della problematica di Quota 96 e di conseguenza dei precari, dopo le promesse declamate dal Premier Renzi, a tal fine tengo a precisare che l’anno scolastico è già iniziato!
    Confidando in un sollecito riscontro, porgo distinti saluti,
    Prof.ssa Rosa Anna SAporetti a nome dei Comitati Quota 96 e Precari della scuola

    Il messaggio è stato letto in data martedì 2 settembre 2014 11:17:22 UTC.

    la mail di Delrio è :
    ssdelrio@governo.it

  15. rosa anna saporetti scrive:

    Vi racconto la mia mattinata odierna a scuola, visto che ieri siamo stati convocati solo per firmare (!!!!!!) per prendere servizio.
    Oggi c’era il primo collegio docenti. Prima del Collegio consegno alla mia Dirigente la lettera di desistenza. La Dirigente chiama l’appello e mi salta, le faccio notare che ci sono anche io e che prendo il suo “lapsus Freudiano” come buon auspicio; al che lei si scusa e inizia il collegio proprio dalla mia lettera che mi invita a leggere ma io la prego di leggere lei poiché non riuscivo a parlare.
    Al termine ho ricevuto la sua solidarietà, l’assicurazione che invierà la lettera al Provveditorato, alla sovrintendenza e al Miur, ma anche quella dei colleghi. Una collega in particolare dice che vorrebbe fare un documento di solidarietà firmato dai colleghi e la dirigente replica che sarà la prima a firmarlo.
    Alla fine del collegio ricevo altre parole di solidarietà e un collega mi esprime la sua ammirazione perché, anche se capisce che si tratta di una lettera organizzata su larga scala, non tutti, al posto mio, avrebbero avuto il coraggio di presentarla (infatti l’altra collega quota 96 della scuola non ha fatto niente!).
    E si ricomincia………………

    • Francesco scrive:

      Questa è una proposta per chi voglia utilizzarla, ne girano tante e sono ben fatte

      DICHIARAZIONE di non collaborazione

      Noi docenti di Quota96, saremo presenti a scuola solo fisicamente. Non è per noi più possibile, in quanto docenti, restare in silenzio a subire, scelte di un governo, che dopo 2 anni di attesa impone al Parlamento di non approvare una norma a risarcimento degli errori creati dalla Fornero, che ci costringe ormai a sentirci se non“prigionieri” in attesa di esecuzione, ad essere costretti agli arresti domiciliari a scuola con obbligo di firma, mentre i precari sono obbligati ogni anno a rincorrere un posto di lavoro da una sede all’altra o di trovarsi senza lavoro.
      Verremo a scuola ad assolvere i compiti obbligatori, ma ci asterremo dal partecipare a qualsiasi iniziativa che non sia obbligatoria e quindi dichiariamo già da adesso che non siamo disponibili:

      a collaborare con la DS e quindi a essere nominati in ruoli che non sono previsti dal nostro contratto di lavoro (presidenti commissioni, coordinatori)
      a essere presenti nel CI
      ad accompagnare gli studenti in gita
      a svolgere funzioni di tutor
      partecipare a corsi di aggiornamento e formazione
      a presentare progetti didattici
      ad adottare libri di testi
      a far parte di commissioni, comitati o gruppi di lavoro
      All’interno del Collegio Docenti mi asterrò nelle votazioni di tutte le delibere.

      Invitiamo tutti i colleghi ad aderire a queste forme di protesta, in quanto per tutti noi, le proposte di cui sentiamo parlare sono nel solco di tutti i governi precedenti: aumento dell’orario di lavoro, e vacue proposte di migliorare la scuola.
      E’ un piccolo gesto di solidarietà nei nostri confronti, ma anche una forma di dissenso di fronte al protrarsi di ingiustizie a cui siamo costretti, non solo con la riforma Fornero, ma anche con il disconoscimento della funzione docente e con proposte che tendono a dividere i docenti, tra pochi eletti e premiati e la gran massa, che assolve il proprio compito, ma senza nessuna prospettiva di essere valorizzata e con un contratto che sempre di più tende a premiare figure apicali, slegate dalla didattica reale.

  16. carla scrive:

    @Franco, @Francesco, @tutti
    Carissimi, come avevo preannunciato, stamattina mi sono incatenata al portone della Scuola!!! Sono poi stata raggiunta da un collega di sventura di un’altro istituto. Ho inviato le foto a Franco e a Francesco, così se lo ritengono opportuno, possono pubblicarle sul blog. Per la prima volta in vita mia ho capito cosa significhi veramente “portare il peso delle catene”, perchè quella che avevo pesava tantissimo e quasi non riuscivo a sollevarla. Quindi l’ho trascinata lungo i corridoi, a mò di fantasma, e l’ho tenuta sul tavolo, insieme al cartello, per tutta la durata delle prove per la sospensione del giudizio. Grande solidarietà da tutti i colleghi,La Ds, alla quale ho anche mostrato la lettera ad Ainis, è pronta ad inviare quella letta ieri al Collegio all’USR e al MIUR. Aspetta solo che tutti gli altri i q96 della nostra scuola la inviino a loro volta. Ora telefonerò ai quotidiani locali per sapere se e quando una o più foto saranno pubblicate.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...